INTERNISTI A CONGRESSO AL CAMPUS DI GERMANETO

0
506

Ospedalieri e Docenti si confrontano con le ultime novità della ricerca.

Venerdì 7 e sabato 8 aprile, presso l’aula Magna C del Campus Universitario di Germaneto, si terrà il congresso della sezione Calabrese della Società Italiana di Medicina Interna (SIMI) di cui è responsabile scientifico Angela Sciacqua, Professore Associato di Medicina Interna presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro e Presidente della SIMI Calabria. Sarà un momento di grande confronto e arricchimento culturale che interesserà le variegate realtà cliniche che caratterizzano la Medicina Interna Calabrese e che vedrà coinvolti relatori di elevato spessore scientifico e culturale: internisti ospedalieri con la loro esperienza clinica, docenti universitari di chiara fama internazionale, per una reale integrazione tra territorio e Università. “E’ lo scopo che caratterizza la SIMI – afferma la professoressa Sciacqua – bisogna essere consapevoli che la progressiva specializzazione della conoscenza medica e la “parcellizzazione” del paziente hanno consentito, paradossalmente, alla Medicina Interna di svolgere un ruolo sempre più cruciale. Essa si caratterizza per essere la “medicina della complessità”. Racchiude le conoscenze sulle patologie di organi ed apparati, che interagiscono fra loro andando ad alterare direttamente la fisiologia dell’organismo”.Angela_SciacquaPartendo da queste premesse, il Congresso sarà articolato in nove sessioni, dove sarà data particolare rilevanza alle patologie cronico-degenerative (scompenso cardiaco, diabete, broncopneumopatia cronica ostruttiva, etc.) che, soprattutto per l’invecchiamento progressivo della popolazione, sono diventate un problema di salute rilevante della società moderna in particolare per la complessità della gestione clinica e terapeutica di questi malati. Si darà anche risalto alla “transitional care” ovvero a tutte quelle patologie croniche che compaiono in età pediatrico-adolescenziale e che, grazie all’aumento della sopravvivenza, diventano una problematica del soggetto adulto. “Affronteremo infine – ha aggiunto la docente universitaria – le novità della ricerca e le evidenze cliniche emergenti soprattutto per gli aspetti diagnostico-terapeutici”. L’evento prevede l’iscrizione gratuita, ed è stato accreditato sia per le differenti figure mediche (16,2 crediti formativi) che per la figura infermieristica (15 crediti formativi) in un perfetto gioco di squadra il cui fine principale deve essere il bene del malato. Nella seconda giornata interverrà il Presidente Nazionale della SIMI, Professore Francesco Perticone, Ordinario di Medicina Interna presso l’Ateneo di Catanzaro.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO