CIRO’ MARINA, SGOMITATA DAI CARABINIERI UNA BANDA CHE COMMETTEVA FURTI

0
387

Volevano portare a termine alcuni colpi nella zona del cirotano proprio la sera di ferragosto mentre vacanzieri e residenti erano intenti a festeggiare in compagnia di amici e parenti. Queste le intenzioni di una banda di ladri che nelle scorse settimane avevano già portato a termine alcuni furti di autovettura nella zona di Verzino ove i militari della locale stazione, mossi da alcuni sospetti nei confronti del gruppo di giovani, avevano già organizzato alcune perquisizioni in cerca di refurtiva che però avevano dato esito negativo. Nella serata di ieri invece i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cirò Marina, intenti nel pattugliare il territorio di competenza nell’ambito dei rinforzi dei servizi messi in campo per il periodo estivo, intervenivano per effettuare un sopralluogo per un furto appena avvenuto in zona agro di Melissa ove erano stati da poco rubati un escavatore ed un grosso quantitativo di gasolio. Effettuate le operazioni di sopralluogo i militari si allontanavano intenti ad accertare se i malfattori e la refurtiva fossero ancora in zona.  La banda invece ritornava nelle vicinanze del luogo del furto ove però questa volta venivano notati movimenti sospetti e venivano di conseguenza allertati i Carabinieri già in zona intenti nelle ricerca degli autori del furto.  Da qui i militari diramavano le ricerche con l’intento di intercettare la banda ed in tale frangente individuavano nelle vicinanze un carroattrezzi con un uomo a bordo che, visti gli eventi della nottata destava subito sospetto negli operanti. Il veicolo veniva quindi fermato ed il guidatore identificato risultando subito di interesse operativo e ricollegabile alle investigazioni che avevano impegnato i comandi limitrofi nell’ambito di alcuni furti di autoveicoli avvenuti nelle scorse settimane nella zona di Verzino. L’indagine già in corso quindi veniva arricchita delle nuove informazioni acquisite grazie all’ultimo evento criminoso. Dalle nuove risultanze e da quanto già a conoscenza degli investigatori venivano individuati i restanti complici e si procedeva ad effettuate nell’immediatezza degli eventi numerose perquisizioni a Verzino e Crotone. Veniva quindi individuato un secondo elemento della banda che aveva poco prima partecipato al furto dell’escavatore e del gasolio per poi rifugiarsi presso la propria abitazione. A seguito di perquisizione domiciliare e presso un magazzino di sua pertinenza i militari riuscivano a rinvenire l’escavatore e il gasolio rubati poco prima. Oltre a ciò venivano ritrovate anche una pistola semiautomatica calibro 9 di fabbricazione sovietica ed un fucile da caccia corredati di un ingente quantitativo di munizioni, il tutto detenuto illegalmente, un coltello a serramanico, svariate tronchesi, tenaglie e  un piede di porco utilizzati per commettere le infrazioni. Inoltre infine venivano rinvenuti anche due fuoristrada, un motociclo e un quod, frutto di furti perpetrati nelle settimane scorse nella zona di Strongoli e Verzino,  il tutto per un valore di svariate decine di migliaia di euro. L’uomo, Balestrieri Paolo, crotonese classe 91, veniva quindi tratto in arresto per la detenzione illegale di arma clandestina e denunciato per furto e ricettazione. Grazie ai nuovi elementi acquisiti nel proseguo dell’indagine venivano identificati e denunciati per furto anche gli altri tre elementi della banda.  Nel contesto dell’operazione inoltre venivano individuati e contattati i proprietari dei beni rinvenuti ed oggetto di furto procedendo quindi, presso il Comando Compagnia di Cirò Marina, al riconoscimento dei proprietari ed alla restituzione dei beni rubati.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO