CROTONE, CHE IELLA CONTRO IL MILAN. FATALI ANCORA GLI ULTIMI MINUTI

0
935

Adesso è certificato. Il Crotone ha la sindrome degli ultimi minuti. Anche a Milano contro il Milan l’amnesia si è materializzata ancora nel finale di gara. Sinceramente non sappiamo se esiste una cura che faccia bene alla squadra di Nicola ma qualcosa occorre fare prima che sia davvero troppo tardi. Immaginiamo il morale dei rossoblù che non solo hanno giocato una gara alla pari, tenendo testa ai rossoneri e in alcuni frangenti dimostratisi decisamente più in palla degli avversari soprattutto nel primo tempo. I ragazzi di Nicola sono scesi in campo per nulla intimoriti dalla forza degli avversari schierandosi con un robusto 4-4-2 e con Stoian in campo dal 1′ al posto di Palladino. Uno Stoian che nelle intenzioni di Nicola doveva anche fare la fase difensiva (e così è stato) ma i pericoli maggiori li ha creati proprio lui.  In occasione del vantaggio dei calabresi a metà del primo tempo è Trotta che fa partite un contropiede in collaborazione con Rohden che in piena area è riuscito in caduta a servire Falcinelli per il gol dell1-0.download Il Milan, sotto nel risultato, ha faticato e non poco per rimettere a posto le cose ed è grazie ancora ad una palla inattiva che prima del riposo è arrivato il gol del pari. Peresic ha sfruttato di testa una palla vagante in area depistandola in rete. Al rientro dopo il riposo Montella sferza i suoi e soprattutto Lapadula che in una concitata azione in piena area si procura un rigore a dir poco dubbio, su intervento di Crisetig. Dopo le inutili proteste Niang da dischetto calcia alto alla destra di Cordaz che compie una prodezza andando a negare il vantaggio ai padroni di casa. Ma l’amaro per il Crotone è ancora una volta arriva alla fine ma non è un amaro che aiuta a digerire un risultato positivo ma al contrario è un fiele che avvelena una domenica che poteva finire diversamente. Al 40′ un pallone in area e malamente allontanato da Trotta finisce nei piedi di Lapadula che si ricorda dei tre gol segnati al Crotone lo scorso anno. Il suo destro sbuca da una selva di gambe e batte Cordaz. I 4′ di recupero non permettono al Crotone di acciuffare il pari per cui ancora una volta i rossoblù tornano a casa con zero punti e con un finale che ormai sta diventando una consuetudine.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO