CROTONE, OBIETTIVO EMPOLI MENTRE LO STADIO… ASPETTA

0
1514

Sinceramente non ricordiamo un inizio di stagione così complicato in casa Crotone e non solo per la questione tecnica relativa alla squadra ma soprattutto per i problemi legati alla logistica e all’uso dello stadio Ezio Scida che al momento è più che altro un cantiere. Ma andiamo per ordine. La squadra ritroverà i nazionali che bene si cono comportati un questo turno di qualificazione per i mondiali in Russia. Rohdén con la Svezia ha disputato un’ottima gara contribuendo a portare a casa un pareggio contro l’Olanda. Meglio ha fatto Tonev che ha segnato il gol vittoria oltre lo scadere, la quarta rete che ha permesso alla sua Bulgaria di battere il Lussemburgo per 4-3. C’è stata poi la prestazione del portiere Cojocaru con l’Under 21 romena, buona nonostante la sconfitta. A Crotone invece si continua a lavorare con impegno ma soprattutto con tanta curiosità. Nicola per questa gara di lunedì a Empoli potrà contare su ben 4 nuovi rinforzi: Crisetig, Mesbah, Falcinelli e Trotta. In Toscana sarà possibile vederli tutti in campo? Forse tre, in attacco il tecnico dovrà però scegliere uno tra Falcinelli e Trotta, entrambi punte centrali e sinistri puri. C’è poi da verificare le condizioni degli acciaccati. Difficile il recupero di Fazzi e Simy mentre dovrebbe farcela Alex Cordaz che a Pescara contro il Genoa ha dovuto gettare la spugna a pochi minuti dall’inizio della gara per un problema alla caviglia. E poi torniamo ancora alla questione stadio. Oltre ai ritardi, alle lungaggini burocratiche, agli errori che si sono fatti nei mesi scorsi non ultimo quello dell’inizio dei lavori, con imperdonabile ritardo, tiene ancora banco la questione della prossima partita. Ora ci si mette anche il cattivo tempo che ostacola i lavori e il nubifragio degli ultimi giorni ha rallentato ancora di più l’esecuzione delle opere. Ormai si è arrivati al punto di non ritorno e quasi sicuramente la gara del 18 settembre si disputerà ancora all’Adriatico di Pescara e questa volta con grave disagio degli abbonati e naturalmente per la società. Purtroppo però è anche in bilico la gara del 25 settembre contro l’Atalanta. Per quella data ci sono più ancora margini di manovra, ma non tantissimi.