Locri: frasi ingiuriose contro Don Luigi Ciotti e forze dell’ordine

0
221

Frasi ingiuriose contro don Luigi Ciotti e le forze dell’ordine sono state scritte in nottata sui muri di Locri, dove ieri il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha partecipato alla XXII Giornata della memoria e dell’impegno organizzata ogni anno dall’associazione Libera, di cui Don Ciotti e’ presidente. Le frasi ingiuriose sono tre e sono state scritte sul muro perimetrale del vescovado, sul muro di un centro di aggregazione e su quello di una civile abitazione dietro una scuola. Le scritte recitano: “Don Ciotti e’ sbirro”, “Siete tutti sbirri” e “Meno sbirri e piu’ lavoro”. Addetti del Comune hanno gia’ provveduto a cancellarle. Sull’accaduto indagano i Carabinieri del Gruppo Locri e la Polizia del Commissariato di Siderno. Per domani e’ in programma la marcia contro la criminalita’ organizzata alla presenza, fra gli altri, del presidente del Senato, Piero Grasso, e del ministro della Giustizia, Andrea Orlando, oltre che di esponenti dell’associazionismo e delle istituzioni locali.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO