RICCI: «NON CREDO AD UN PESCARA IN CRISI MA BRUCIA ANCORA IL 4-1 DELL’ANDATA»

0
1438

Il Crotone conserva la testa della classifica grazie al kappaò interno del Cagliari e la cosa fa felice tutti i tifosi rossoblù che possono godersi ancora questo primato anche dopo i tre ceffoni subiti a Brescia. Insomma le capolista non vincono e in testa resta tutto inalterato. Il Crotone però potrebbe approfittarne per allungare qualora sfruttasse al meglio la gara interna di domenica prossima contro un Pescara apparso in stato confusionale visto che anche sabato è uscito battuto dal proprio campo. «Sarà una settimana lunga perchè giocheremo domenica ma ci stiamo preparando bene consci del fatto che il Pescara è una squadra molto forte e farà di tutto per venire fuori da questa situazione». Il concetto espresso da Federico Ricci illustra anche il grado di concentrazione che il Crotone metterà in questo scontro diretto, sicuramente la partita più attesa della giornata. «Loro sono forti e bravi tecnicamente – ricorda Ricci – per cui non possiamo sottovalutare il loro momento e a tal proposito dovremo dare il massimo per accelerare e mettere più punti tra noi e la terza in classifica». Abruzzesi in versione colabrodo, ultimamente incassano troppi gol con una difesa che non soddisfa per niente il tecnico Oddo. «Sinceramente non giudico una squadra guardando solo un reparto. Loro hanno giocatori importanti per la categoria ma è altrettanto vero che ogni partita ha una storia a se. Forse – ipotizza Ricci – il fatto di voler recuperare i punti persi nelle ultime partite li costringe a giocare un po’ sbilanciati offrendo il fianco agli avversari». Il Cagliari perde in casa, il Crotone resta primo e la gara contro il Pescara assume anche un’altra valenza vista la larga sconfitta all’andata. «Fu il nostro secondo stop in campionato e per come avvenne sinceramente ci lasciò un po’ perplessi per qualche gol poco chiaro. Se abbiamo il dente un po’ avvelenato? Diciamo di sì e domenica vogliamo dimostrare che quella sconfitta non fu meritava né nella forma e né nel punteggio». Juric per la gara di domenica perde per squalifica due centrocampisti centrali e un attaccante esterno e deve valutare ancora le condizioni di Budimir. In ballo per un posto in mediana ci sono Paro e Barberis, per l’assenza di Di Roberto ci sono in lizza Balasa e Zampano.