Sport

GIOIA CROTONE CON LE PERLE DI MANDRAGORA E ROHDEN

Ecco la prima vittoria del Crotone in questa stagione contro un Benevento quasi disperato in quella che era una partita da dentro o fuori per entrambe le squadre. Nicola presenta per la prima volta la coppia Tumminello – Trotta vista l’indisponibilità di Budimir. Il Benevento, oltre  a Lucioni fermo le questioni legate al doping, lascia in panchina Letizia e promuove titolare Gravillon. Lombardi vince il ballottaggio con Parigini e in attacco fiducia alla coppia Puscas – Coda. Tre gli ex della partita e tutti sponda Benevento: sono il portiere Belec, il centrocampista Cataldi e l’attaccante Coda. A Nicola non ne va bene una. Passano appena 50 secondi e Tumminello accusa un fastidio al ginocchio. Prova a restare in campo ma resiste pochi secondi ed è costretto a lasciare la gara: al suo posto Simy. L’inizio è di marca sannita che mette che già al 5’ si rende pericoloso con colpo di testa di Lazaar che non trova la porta su cross di Lombardi.  Il Benevento ci prova due minuti dopo sempre di testa ma questa colta con Coda ma con poca fortuna. È il Crotone però che va vicinissimo al gol all’8 con tre tentativi consecutivi nella stessa azione: sul primo di Rohdén è Costa che ribatte col corpo, sulla ribattuta Mandragora impegna Belec che però respinge sui piedi di Trotta che da pochi metri non trova lo specchio della porta. Al 12’ nuova occasione per Trotta che da un rimpallo tira in porta ma Belec è attentissimo. Il Crotone guadagna metri ma è inconcludente specie con nuovo entrato Simy che fatica ad entrare negli schemi dei compagni. Mandragora ci prova un paio di volte ma senza fortuna fino ad arrivare al 43’ quando dopo uno scambio con Stoian al limite trova lo spiraglio giusto per fulminare Belec con una precisa volée. Si va al riposo dopo due minuti di recupero. Dopo il riposo si ricomincia al piccolo trotto col Crotone forte del vantaggio che aspetta le sfuriate avversarie. Al 4’Lazaar tira centrale, nessun problema per Cordaz e sul capovolgimento di fronte Trotta scodella in area per Simy che ha un buon controllo ma non una buona mira. Al 13’ il Crotone raddoppia con un’azione da manuale. Mandragora conquista un pallone sulla sinistra e lancia in area Trotta che con un fulmineo tacco libera Rohdén che arriva a rimorchio e batte Belec con un preciso rasoterra. Secondo gol in A per lo svedese dopo quiello segnato lo scorso anno. Al 20’ palla gol per il Benevento ma Puscas liscia clamorosamente nel cuore dell’area e Lombardi non riesce ad inquadrare la porta. Gli ospiti accelerano e al 38’ ottengono un rigore per un’entrata scomposta di Ceccherini su Lombardi. Orsato conferma il penalty dopo consultazione Var ma Viola spreca tutto calciando sul palo alla destra di Cordaz. E sul palo finiscono le speranze del Benevento di rimettere in linea di galleggiamento la partita che si conclude dopo 4’ di recupero.

CROTONE 2

BENEVENTO 0

Marcatori Mandragora al 43’ p.t; Rohdén al 13’ s.t.

Crotone (4-4-2) Cordaz; Sampirisi, Ajeti, Ceccherini, Martella (dal 24’ s.t. Nalini); Rohdén, Barberis, Mandragora, Stoian (dal 24’ s.t. Faraoni); Trotta, Tumminello (dal 4’ p.t. Simy) (Festa,Viscovo, Cabrera, Pavlovic, Simic, Izco, Romero, Kragl, Crociata). Allenatore Nicola.

Benevento (4-4-2) Belec; Venuti, Di Chiara, Costa, Gravillon (dal 18’ s.t. Letizia); Lombardi, Cataldi, Memushaj, Lazaar (dall’8’ s.t. Parigini); Puscas, Coda (dal 13’ s.t. Viola) (Brignoli, Del Pinto, Chisbah, Gyamfi, Armenteros). Allenatore Baroni.

Arbitro Orsato di Schio (Tolfo – Di Liberatore)

Note: spettatori paganti 1590 per un incasso di 23.540,00. Abbonati


7.237 per un rateo di 120.920. Angoli 2-6. Recupero 2’ p.t., 4′ s.t.

 

Related posts

ECCO LA SERIE A, PALLADINO PROVA A RIPRENDERLA

Redazione

CECCHERINI IN DIFESA E PALLADINO RINNOVA. PRENDE FORMA IL CROTONE DA SERIE A

Redazione

IL CROTONE LAVORA PER RIAVERE TROTTA; COSENZA E CACCAVALLO SI CERCANO

Redazione

Lascia un commento