Cronaca

‘Ndrangheta: no Tdl ad arresto Trematerra, “ma indizi sono gravi”

Il Tribunale della liberta’ di Catanzaro ha rigettato l’appello con cui la Dda aveva insistito per l’arresto dell’ex assessore regionale all’Agricoltura Michele Trematerra, indagato per concorso esterno e corruzione elettorale nell’ambito dell’inchiesta Acheruntia condotta dal sostituto procuratore Pierpaolo Bruni. Al centro delle indagini i legami tra Trematerra e l’ex consigliere comunale di Acri, Angelo Gencarelli, considerato elemento di spicco della cosca di ‘ndrangheta “Lanzino-Rua'”. Lo scorso 7 luglio il gip di Catanzaro aveva negato l’arresto del politico.
Nell’ordinanza emessa oggi i giudici del Tdl hanno ritenuto di escludere i gravi indizi di colpevolezza a carico di Trematerra per il reato di concorso esterno. In sostanza, scrivono i giudici, “gli interventi chiesti e ottenuti da Trematerra si sono rivelati funzionali a interessi personali ed egoistici dei singoli beneficiari e non si sono posti con la consapevolezza e la volonta’ di interagire sinergicamente con la criminalità organizzata”.

Related posts

MONTALTO UFFUGO (CS), SEQUESTRATI UN QUINTALE DI PRODOTTI ALIMENTARI IRREGOLARI

Redazione.

REPERTI ARCHEOLOGICI TROVATI IN UNA STALLA

Redazione.

GUARDIA DI FINANZA COSENZA: SCOPERTO EVASORE TOTALE

Redazione.

Lascia un commento