Politica

SANITÀ, SICLARI (FI) TUONA: “SCURA ED OLIVERIO RESPONSABILI DEL DISASTRO SANITARIO CALABRESE”

“I dati emersi durante le audizioni che ho avuto con il commissario alla Sanità Scura e il governatore Oliverio sono diversi, ma mi hanno lasciato in imbarazzo. Danno l’uno la responsabilità all’altro ma in realtà sono entrambi responsabili dello smantellamento e del disastro sanitario calabrese. Non esiste più un dipartimento della Salute alla Regione, c’è un facente funzioni che non è un direttore quindi il dipartimento è scoperto. Poi c’è Scura. I dati Agenas ci dimostrano in modo inconfutabile il fallimento dell’esperienza commissariale”. Diretto e senza nessun giro di parole, il senatore di Forza Italia e  capogruppo al Senato della Commissione Igiene e Sanità, Marco Sicalri, che ha convocato la stampa in un noto hotel di Lamezia, dopo avere interloquito a Roma con il commissario Scura e con il governatore Oliverio ha convocato a Lamezia Termeper fare il punto sulla situazione della sanità calabrese alla luce anche di quelle che sembrano essere le ultime ore per Scura. “Chiedo un cambio di passo – ha affermato il senatore- mi era stato anticipato che il 25 settembre ci sarebbe stato un consiglio dei ministri nel quale Scura sarebbe stato rimosso e questo non è avvenuto. Ne prendo atto, accadrà oggi, forse domani…ma in ogni caso se Scura ed Oliverio sono incompatibili o se ne va a casa uno dei due o entrambi. Dopo quattro anni è impossibile che riescano ad andare d’accordo”. All’incontro lametino con il senatore forzista erano presente anche diversi lavoratori del Marrelli Hospital sui quali  pende “l’annuncio di 300 licenziamenti”.  “Abbiamo strutture specializzate – ha spiegato Siclari – e si continua a rimandare una decisione su un presidio che ha degli operatori sanitari in grado di offrire un’assistenza sanitaria adeguata, efficiente ed efficace. Una struttura come questa, che può dare molte risposte, oggi non è messa nelle condizioni di operare come dovrebbe. Le ricadute vanno non solo sui lavoratori ma anche sui cittadini che devono andare a curasi fuori pur avendo una struttura in Calabria all’avanguardia”.

 

Related posts

CROTONE, IL COMUNE SULLE OSSERVAZIONI DELLA CORTE DEI CONTI. “SIAMO UN COMUNE SANO”

Redazione.

PD Calabria, congresso il 23 giugno

Redazione.

CROTONE, ELETTO L’UFFICIO DI PRESIDENZA DELL’ATO

Redazione.

Lascia un commento