Mondo

BRASILE, ROGO AL CENTRO SPORTIVO DEL FLAMENGO. MORTI 10 CALCIATORI DELLE GIOVANILI

Tragedia nel centro sportivo Urubu’s Nest del Flamengo, nella zona ovest di Rio de Janeiro. Un incendio ha distrutto gli alloggi dei giovani calciatori del club carioca. Ci sono dieci morti e tre feriti gravi. L’incendio è stato domato alle 7.20 ora locale. Le vittime dell’incendio sono giovani reclute del club fra i 14 e i 17 anni, ha detto Douglas Henaut, portavoce dei pompieri locali. Potrebbe essere partito da un impianto dell’aria condizionata l’incendio divampato nel centro di allenamento del Flamengo a Rio de Janeiro: lo hanno riferito ai media alcune autorità locali, tra cui il vice governatore di Rio, Caio Castro. “Difficile dirlo, ma in linea di massima sarebbe stato un apparecchio dell’aria condizionata”, ha detto Castro, secondo il quale “individuare le cause per cui l’apparecchio ha preso fuoco è la domanda alle quale si dovrà rispondere adesso”. Tutte le vittime dell’incendio  “sono morte carbonizzate”  ha anche affermato Henaut. “Siamo riusciti a lavorare e a prestare soccorso ai feriti all’esterno, perché il locale era avvolto dalle fiamme. Quando siamo entrati abbiamo trovato i corpi ormai già carbonizzati”, ha detto Henaut. La leggenda del calcio Pelé ha espresso il proprio dolore per la tragedia dell’incendio nel centro di allenamento del Flamengo a Rio de Janeiro, che ha provocato 10 morti e tre feriti, sottolineato che oggi è “un giorno triste” per il calcio in Brasile. “La mia giornata è iniziata con la notizia dell’incendio del centro di allenamento del Flamengo. Un luogo dove i giovani inseguono i loro sogni. È un giorno molto triste per il calcio brasiliano”, ha scritto Pelé su Twitter. Anche il Milan dedica un pensiero alle vittime dell’incendio scoppiato nel centro sportivo Ninho do Urubu del Flamengo e si stringe alle loro famiglie. Una tragedia che ha colpito in particolare Lucas Paquetà, approdato in rossonero poco più di un mese fa proprio dal club di Rio de Janeiro. “La tristezza che questa notizia porta è immensa, ho trascorso 12 anni della mia vita in questo ambiente – ha scritto su Instagram il ventunenne calciatore brasiliano -. Il desiderio di diventare un ragazzo del Ninho, sogni e traguardi interrotti da una tragedia a cui non si può credere! Auguro molta forza alle famiglia e agli amici, possa Dio confortare il cuore di tutti loro! Preghiamo”.

Related posts

A 8 ANNI DA SOLO IN STRADA. “MIA MAMMA NON MI VUOLE”

Redazione.

CINA, CROLLA MINIERA NEL NORD. VENTUNO I MORTI

Redazione.

STRASBURGO, IL GIORNALISTA MEGALIZZI È DI ORIGINE CALABRESE

Redazione.

Lascia un commento