Cronaca

BARACCOPOLI DI SAN FERDINANDO, UN MIGRANTE PERDE LA VITA IN UN INCENDIO NELLA NOTTE

La baraccopoli di San Ferdinando nella piana di Gioia Tauro si tinge dei colori foschi della morte e del fumo. Un nuovo incendio è scoppiato nella notte, con le fiamme che hanno causato la morte di un giovane migrante senegalese, Aldo Diallo. Secondo quanto si è appreso, il rogo, che ha distrutto oltre trenta baracche (sono circa settanta gli sfollati), si sarebbe sviluppato in seguito ad un fuoco acceso in una delle baracche da qualcuno tra i migranti per riscaldarsi dal freddo della notte. Nella baraccopoli sono giunti la polizia, la guardia di finanza, i vigili del fuoco e la Flai Cgil, il sindacato presieduto da Rocco Borgese, che in questi momenti sta prestando assistenza ai migranti. La stessa sigla sindacale in questi ultimi giorni aveva nuovamente denunciato le condizioni di vita precarie dei migranti acuite per via del freddo. Intanto è in corso dalle 6 in Prefettura un incontro con il Prefetto Michele Di Bari una riunione convocata in via straordinaria una riunione di coordinamento a San Ferdinando. Quello di questa notte è il terzo incendio nel giro di pochi mesi: l’ultimo la sera di capodanno che non aveva fortunatamente registrato vittime, mentre in quello del 1° dicembre a perdere la vita fu il giovane migrante gambiano Surawa Jaiteh.

Related posts

OSPEDALE DI CETRARO, CARABINIERI SEQUESTRANO IMPIANTO DI COGENERAZIONE ENERGETICA

Redazione.

‘Ndrangheta in Piemonte, decine di arresti

Redazione.

Successo per la decima edizione di “Settembre al Parco”

Redazione

Lascia un commento