Sport

IL COSENZA VINCE ED INGUAIA LA CREMONESE. DECIDONO SCIAUDONE E BRUCCINI

Una vittoria che vale triplo per il Cosenza contro la Cremonese in una gara tirata e spigolosa. Vittoria doveva essere e vittoria è sta per una classifica che adesso sorride. Cosenza che ha meritato di vincere la gara, ha sbagliato un rigore al 19′ con Litteri, ma nella ripresa è riuscita portarsi in vantaggio con Sciaudone al 63′ e con Bruccini all’84’. Cosenza costretto a cambiare nuovamente assetto, con Maniero fermo ai box per un infortunio, D’Orazio e Tutino, appiedati dal Giudice Sportivo. Il tecnico toscano sceglie in partenza un 4-3-2-1: con Corsi, Dermaku, Idda e Legittimo a difesa di Perina; a centrocampo Sciaudone, Palmiero e Bruccini, Embalo e Baez a sostegno di Litteri, all’esordio in maglia rossoblu. CRONACA – In uno stadio San Vito-Marulla “silenzioso” è deserto nei settori della tifoseria organizzata per i daspo arrivati in settimana, le due scquadre provano a studiarsi. Al 19′ il signor Baroni concede un calcio di rigore per fallo di mano in area lombarda su tiro di Baez. Sul dischetto si presenta Litteri, che si fa parare il tiro da Ravaglia. Un minuto più tardi è Bruccini che di testa da posizione ravvicinata manda alto. All 22′ Cosenza costretto al cambio per l’infortunio di capitan Corsi, al suo posto in campo Bittante. Al 29′ nuovamente rossoblu pericolosi con Litteri di testa, su preciso cross di Bittante. Ci prova nuovamente l’attaccante catanese, ma questa volta a dire di no al suo colpo di testa è l’incrocio dei pali. Al 39′ Embalo cade a terra, la squadra ospite riparte velocemente con Piccolo che serve Strizzolo, che sfiora il vantaggio. Gli animi si riscaldano, a farne le spese Terranova espulso per aver colpito Baez. Rastelli corre ai ripari sostituendo Soddimo con Rondanini. Braglia nel recupero è costretto al secondo cambio “forzato”. Embalo, lascia il campo zoppicante, per Garritano. Ad inizio ripresa il Cosenza parte forte alla ricerca del vantaggio. Al 47′ percussione di Palmiero, palla al limite dell’area per Sciaudone che spara alto. Cosenza che spinge sull’accelleratore e conquista una punizione dal limite. Si incarica della battuta Baez, incursione di Sciaudone che manda in rete (1-0). Al 63′ Baez inventa per Sciaudone, Ravaglia blocca. Rastelli al 69′ prova la carta Carretta al posto di Piccolo. Al 71′ terzo cambio per i rossoblu con Capela, che prende il posto dell’acciaccato Idda. Tre minuti più tardi anche la Cremonese ad effettuare l’ultimo cambio con Rastelli che butta nella mischia Longo, richiamando in panchina Strizzolo. Al 76′ Baez viene spinto in area lombarda, per l’arbitro Baroni è simulazione e cartellino giallo, con l’uruguaiano già ammonito costretto a lasciare il campo. Al 78′ Perina si supera su Renzetti.  Un Cosenza sfortunato colpisce il secondo legno di giornata con Dermaku all’84’. Due minuti più tardi Ravaglia salva su Litteri, l’azione prosegue con tiro di Garritano “stoppato” dalla mano di un difensore. Calcio di rigore trasformato da Bruccini (2-0). Nel recupero il Cosenza sfiora l tris con Legittimo.

Related posts

PRIMO STORICO PUNTO DEL CROTONE CONTRO LA JUVE. SIMY FA IMPAZZIRE I SUOI TIFOSI

Redazione

ECCO LA SERIE A, PALLADINO PROVA A RIPRENDERLA

Redazione

ANCORA UNO STOP PER IL CROTONE IN TRASFERTA. MA QUANTA SFORTUNA PER I ROSSOBLÙ

Redazione

Lascia un commento