Sport

IL CROTONE SBATTE SUL PESCARA E SULL’ARBITRO CHE GLI NEGA UN RIGORE SACROSANTO. MA IN QUESTA STAGIONE È UNO DEI TANTI

E quando pensavi di averle viste tutte ecco che ti capita un tale Rapuano di Teramo che arriva a Crotone a dirigere uno scontro testa-coda e spera di fare il fenomeno. Ma il rischio invece di diventare sì un fenomeno, ma da baraccone, è sottile e Rapuano questo non lo afferra quando alla mezzora, col Crotone sotto di due reti, non gli concede un rigore sacrosanto e nemmeno una sacrosanta espulsione ai danni di Scognamiglio. Decisioni che forse avrebbero potuto riaprire la gara. La foto che pubblichiamo (per gentile concessione di Giuseppe Pipita) fuga ogni dubbio.WhatsApp Image 2019-02-18 at 23.25.12 A fine gara Spolli ha portato la maglia e da come si vede qualcosa in quell’azione nell’area di rigore del Pescara non è andata come regolamento. Il Crotone alla fine schiuma rabbia. Stroppa viene in sala stampa per accusare pubblicamente quanto successo e la successiva espulsione per la quale, a richiesta, nessuno dei quattro direttori di gara darà una giustificazione. Quella sul mancato rigore invece gliela ha data Rapuano a Gianni Vrenna: “ho assegnato la norma del vantaggio”. Una dichiarazione che ha fatto ancora più imbufalire il presidente del Crotone. Che è venuto in sala stampa a raccontare che domani presenterà un dossier su tutti i torti del Crotone in questa stagione (e che non sono pochi) e che probabilmente sta pagando in questo modo un’estate di accuse e carte da bollo contro il Chievo per riottenere la Serie A. WhatsApp Image 2019-02-18 at 23.25.12 (1)Non è da poco tempo che la Procura Federale ha deferito Vrenna per dichiarazioni lesive contro la squadra clivense rilasciate questa estate ad una radio romana. Inibizione e 10mila euro di multa per il presidente. Come si dice in questi casi il danno, la beffa e la presa per i fondelli. Tornando alla gara Vrenna ha immediatamente chiamato Emidio Morganti, il capo degli arbitri della B, annunciandogli un faldone di torti contro i rossoblù. Morganti ha risposto che tutto quello che è stato fatto al Crotone lo ha ben chiaro in mente. Poi c’è stata una partita nella quale il Pescara è stato bravo a bloccarla al 9’ con Monachello e fortunato nell’occasione del raddoppio. Il Crotone, dopo il mancato rigore, ha perso tranquillità e lucidità e la gara si è conclusa con un nuovo ko casalingo che inguaia, semmai ce ne fosse ancora bisogno, ancor di più la squadra pitagorica.

 

Related posts

ENTRA SIMY E FA GOL. IL CROTONE ESPUGNA L’ARDENZA E VOLA AL TERZO POSTO

Redazione

DANZA SPORTIVA, SONO CALABRESI I VICE CAMPIONI DI DANZE STANDARD

Redazione.

IL COSENZA CELEBRA L’8 MARZO. PREZZI DEI BIGLIETTI SCONTATI DEL 50% CON IL BRESCIA

Redazione.

Lascia un commento