Sport

NUOVO SCIVOLONE PER I ROSSOBLÙ CONTRO UN BRESCIA POCO STELLARE. STROPPA FURIBONDO CON MACHACH

Se c’era bisogno di una conferma per etichettare come dannata questa stagione in B del Crotone ecco la nuova certificazione. Contro il Brescia, la capolista Brescia, i rossoblù incassano un’altra sconfitta, la seconda di fila dopo quella casalinga col Pescara. Calendario fitto, c’era aria di turnover ma sinceramente nessuno lo aveva preventivato in quella che è stata la prima di tre gare di fila. Di norma il turnover viene applicato alla secondo e terza gara ravvicinata, difficilmente alla prima. Sta di fatto che Stroppa disegna un Crotone inedito. Torna Marchizza titolare, esordisce Gomelt ma non in cabina di regia ma esterno a sinistra e davanti maglia da titolare a Mraz. Scelte coraggiose ma che non hanno pagato. In panchina sono rimasti Barberis, Milic e Machach. A parte le scelte e la scarsa qualità della partita però il Crotone tiene bene la prima parte della gara nella quale il Brescia è poco pericoloso. Di contro la squadra di Stroppa riesce a far ammonire in 20 minuti tutti e 4 i difensori lombardi. Ma stranamente nessuno tra Cistana, Romagnoli, Semprini e Sabelli incappa in un fallo meritevole di secondo giallo. Un primo tempo, comunque, che corre sul binario dell’equilibrio nel quale i due portieri non hanno rischiato nulla ma nel quale il Crotone non è riuscito a procurarsi scaltramente la superiorità in campo. BREIl Brescia, completamente spuntato (Torregrossa squalificato e Donnarumma in panca) si affida al solo Morosini anche per la seconda parte della gara. Infatti la sua girata al quarto d’ora è neutralizzata da Cordaz che gli nega la gioia del vantaggio. Stroppa e Corini mettono mano ai cambi: al 21’ Barberis entra per un opaco Gomelt. Donnarumma entra al posto di Tremolada. Poi Machach in campo per Mraz ma il francese, finora esemplare nelle gare fin qui giocate, fa saltare i nervi a Stroppa. Perché è Machach che commette fallo dalla quale nascerà il primo gol della capolista. Dalla trequarti il pallone tagliato inguaia Cordaz che sbaglia l’intervento deviando un pallone sugli stinchi di Molina che la butta dentro la sua porta. Mentre i padroni di casa festeggiano Machach, non contento, torna alla carica contro l’arbitro che lo sbatte fuori. Sotto anche di un uomo il Crotone cerca la rimonta che però non arriva. Anzi è il Brescia che mette il sigillo alla gara in pieno recupero con il solito Donnarumma che chiude irreparabilmente per il Crotone, la gara. Parole di fuoco in sala stampa da parte di Stroppa contro Machach reo di aver lasciato la squadra in 10. “Assurdo quello che è successo in occasione del primo gol. Avevo più volte chiesto tranquillità e concentrazione e di non reclamare. E invece in occasione di una mezza punizione un mio giocatore si fa buttare fuori. Una cosa assurda perché la partita è stata brutta con tanti errori e loro stavano soffrendo. Ci può stare di perdere a Brescia – conclude Stroppa – ma non così, regalando sempre un uomo ma in questo modo gratuito non lo accetto e certi giocatori (Machach, ndr) non giocheranno più”.

 

Related posts

CALCIO: COMUNE COSENZA, OK A INTERVENTI MANUTENTIVI STADIO

Redazione.

SERIE B, NUOVA DECISIONE DEL TAR: “IL FORMAT RESTA A 19 SQUADRE”

Redazione.

CALCIO, LA SERIE B RESTA A 19 SQUADRE

Redazione.

Lascia un commento