Attualità

Calabria, Oliverio presenta il Patto alla stampa

Il presidente della Regione, Mario Oliverio, ha illustrato i contenuti del Patto per la Calabria, siglato con il premier Matteo Renzi. “Il Patto per la Calabria – ha detto Oliverio – chiude positivamente un anno di lavoro in cui sono state programmate tutte le risorse disponibili per le politiche di sviluppo della nostra regione. Siamo davanti a cifre significative: oltre 7,5 miliardi di euro gia’ programmati ai quali, nelle prossime settimane, si aggiungeranno le risorse che il Governo ha messo a disposizione di Anas ed Rfi per le infrastrutture lineari stradali e ferroviarie. E’ il momento di un passaggio di fase: una “rivoluzione copernicana” nel dibattito politico e culturale della Calabria. Discutiamo di piu’ della e sulla Calabria; affrontiamo il merito delle questioni; portiamo avanti il confronto nei territori e con le forze sociali ed istituzionali sulle scelte di programma”. Secondo Oliverio, “la sintesi del lavoro dei prossimi mesi e’ quella di passare dalla programmazione alle realizzazioni, dalle parole ai fatti”, sottolineando che il valore del Patto e’ di 4.933 milioni di euro e riguarda sia opere da accelerare e monitorare sia nuovi interventi: 2.220 milioni di euro derivano da impegni su risorse gia’ assegnate; 1.198 milioni, di nuovo stanziamento, dal Fondo Sociale di Coesione; 1.514 milioni da altre risorse nazionali. Queste risorse finanziano interventi in 18 settori, articolati in 7 aree strategiche per l’economia e la societa’ calabrese. Il presidente Oliverio ha inoltre sottolineato due specifici articoli del Patto per la Calabria: l’impegno all’attivazione formale della procedura per la realizzazione della Zes a Gioia Tauro e quello relativo ai temi dell’alta velocita’, dell’Autostrada A3 Salerno – Reggio Calabria e della ex statale 106 ionica. “La fase che si e’ aperta – ha dichiarato Oliverio – richiede il contributo di tutti, la mobilitazione di tutte le energie positive della Calabria. Il Patto Calabria affronta nodi cruciali per il futuro economico e sociale della nostra regione. Un capitolo rilevante, una specificita’ del Patto Calabria nel panorama delle regioni meridionali, e’ lo sblocco dei fondi per l’edilizia sanitaria. Per questa ragione, la riorganizzazione della rete ospedaliera puo’ adesso essere supportata da un progetto di ammodernamento delle strutture a partire dai tre centri hub di Catanzaro, Cosenza e Reggio. Oliverio CrisciLa presentazione del Patto e’ stata arricchita da numerosi interventi e considerazioni: la testimonianza di Mons. Luigi Cantafora, Vescovo di Lamezia Terme, Rosario Branda, in rappresentanza di Unindustria Calabria, e Gino Mirocle Crisci, Rettore dell’Universita’ della Calabria. La prima verifica sull’andamento del Patto avverra’ tra un anno.

Related posts

COMUNALI, TRIPICCHIO È IL NUOVO SINDACO DI ACQUAPPESA PER UNDICI VOTI

Redazione.

Incontro sulla legalità dei Carabinieri nelle scuole di Cerenzia e Castelsilano

Redazione

CROTONE SI DOTA DELLA CARTA D’IDENTITA’ ELETTRONICA

Redazione.