Cronaca

CATANZARO, INCENDIO DOLOSO IN UN PUB. CONDANNATO IL COGNATO DEL PROPRIETARIO

È stato condannato a 9 anni e 5 mesi di reclusione Gennaro Fiorentino, di 47 anni, collaboratore e cognato del titolare del pub Tonnina’s pub del quartiere Lido di Catanzaro, accusato di essere il mandante dell’incendio che nella notte tra il 4 e il 5 aprile 2018 ha distrutto quasi interamente il locale e causato la morte dei due esecutori materiali, i trentenni Giuseppe Paonessa ed Eugenio Sergi. Il gup Giacinta Santaniello ha comminato una condanna superiore a quella chiesta dal pm Chiara Bonfadini. Fiorentino è accusato di incendio doloso e morte come conseguenza di un altro delitto con l’aggravante che le morti sono state più di una. Fiorentino era stato arrestato dagli agenti della Squadra mobile di Catanzaro con i quali aveva ammesso di avere commissionato il rogo a Sergi e Paonessa per “recuperare qualche soldo con l’assicurazione” visti che il locale aveva problemi economici. L’assicurazione era intestata a Pietro Villi, gestore del Tonnina’s, estraneo, ha detto l’imputato, al piano criminale.

Related posts

REGGIO CALABRIA, VENTOTTENNE COMPIE REATI IN SERIE. ARRESTATO DALLA POLIZIA

Redazione.

Si incatena davanti alla Corte d’appello di Catanzaro, chiede giustizia per il figlio ucciso per errore dalla ‘ndrangheta

Redazione

INTIMIDAZIONI, COLPI DI PISTOLA CONTRO UN CENTRO ESTETICO A REGGIO CALABRIA

Redazione.

Lascia un commento