Politica

CORONAVIRUS, IL VENETO ASSUME MEDICI. E NOI?

“Il Servizio di Igiene pubblica e Medicina preventiva dell’Asp di Cosenza nel corso del tempo si è depauperato di risorse umane. Nonostante vari solleciti, l’Asp di Cosenza non ha provveduto a colmare le criticità di personale in aggiunta alla dotazione organica attuale. Ad oggi mancano 8 tecnici della prevenzione, 12 medici, 2 tecnici ambientali, 2 fisici ambientali e 25 disinfestori”. Lo afferma il consigliere regionale Carlo Guccione, secondo il quale “il servizio di Igiene pubblica, alla luce anche del particolare momento che stiamo attraversando richiederebbe misure urgenti tese a dotare la struttura di tutti i medici, tecnici e operatori necessari a svolgere un servizio importantissimo”. Per il consigliere regionale è il momento di fare delle scelte che tengano conto come primario obiettivo quello di salvaguardare la salute dei cittadini. “La Regione Veneto – sostiene Guccione – ha predisposto 215 assunzioni immediate a tempo indeterminato per figure professionali della sanità per far fronte all’emergenza Coronavirus. In Calabria sarebbe già tanto garantire l’ordinaria amministrazione”. Per Guccione c’è bisogno che venga rapidamente risolta la questione della carenza di figure importanti a garantire il servizio di Igiene pubblica e medicina preventiva dell’Asp di Cosenza, colmando le carenze di organico nella sanità calabrese.

Related posts

REGIONE, IL CONSIGLIO REGIONALE RINVIA L’APPROVAZIONE DELLA LEGGE SULLA DOPPIA PREFERENZA

Redazione.

REGIONE, MORRONE E IRTO ELETTI VICE PRESIDENTI. SEGRETARI-QUESTORI MANCUSO E DI NATALE

Redazione.

CARFAGNA (FI): SANTELLI LONTANA DAI POPULISMI

Redazione.