Sport

COSENZA E’ NOTTE FONDA. IL FROSINONE FA FESTA

Il Cosenza perde ancora al San Vito-Marulla contro un Frosinone cinico ed attento (0-2). Sesta sconfitta davanti ai propri tifosi (dodicesima stagionale ndr) e situazione che si fa sempre più complicata. Più di un passo indietro per la squadra di Pillon, che sei giorni dopo la vittoria di Livorno, sbaglia completamente il primo tempo e nel secondo non riesce a rientrare in partita. La squadra di Nesta sfrutta gli errori madornali dei calabresi e porta a casa una vittoria di platino, che gli regala il secondo posto in solitaria, in attesa delle altre sfide del venticinquesimo turno. CRONACA – Pillon conferma il 4-3-3 con Lazaar al posto dello squalificato D’Orazio ed il tridente formato Pierini, Asencio e Carretta. Nesta risponde con un 3-5-2, con Dionisi e Novakovich in attacco. La prima conclusione del match è di marca rossoblu, ma il tiro di Lazaar termina alto. E’ solo un episodio, però, con i ciociari che conquistano il pallino del gioco ed il Cosenza va subito in difficoltà. Al 13′ è Rohden che tira da fuori, ma la sfera termina al lato. Un minuto più tardi arriva il vantaggio degli ospiti. Errore di Lazaar, Novakovich mette la palla in area, irrompe Dionisi che batte Perina (0-1). Un gol che mina ancor di più le sicurezza dell’undici di Pillon che sbaglia anche i passaggi più semplici. Il Frosinone né approfitta ed al 19′ trova il raddoppio. Un irriconoscibile Kanoute si incarta sulla trequarti, con Rohden che serve Novakovich per la seconda rete ciociara (0-2). Gli ospiti sono padroni del campo, con i rossoblu che non riescono a rendersi mai pericolosi dalle parti di Bardi. Ad inizio ripresa il tecnico calabrese passa al 3-5-2, inserendo Schiavi per un impalpabile Pierini. Un cambio modulo che da nuova linfa ai rossoblu, che si rendono pericolosi in più di un’occasione. Al 47′ ci prova Bruccini, il più positivo del Cosenza, ma il suo tiro sfiora il palo. Lo stesso Bruccini di testa, sugli sviluppi di un corner, si vede parare la conclusione da uno strepitoso Bardi. L’estremo difensore ciociaro salva ancora su Lazaar e su Bruccini. Pillon al 70′ richiama Casasola, inserendo Baez. Cambia anche Nesta, dando spazio a Vitale al posto di Haas. La gara si spegna con il Frosinone che controlla senza patemi. Nel finale spazio per Machach, ma il risultato non cambia più. Al triplice fischio bordata di fischi per i calciatori calabresi, mentre il Frosinone va a far festa sotto il settore ospite.

Related posts

SAN GIOVANNI IN FIORE, MANCA POCO AL TORNEO 3X3 STREET BASKET [FOTO]

Redazione.

IL RENDE CADE SOTTO I COLPI DI FRANCA. AL “LORENZON” ARRIVA LA TERZA SCONFITTA CONSECUTIVA

Redazione.

CROTONE A PALERMO NON PERVENUTO. SCONFITTO E INVOLUTO NEL GIOCO

Redazione