Sport

COSENZA, E’ NOTTE FONDA IN LIGURIA

Cosenza è notte fonda in Liguria. I rossoblu perdono malamente (-) con lo Spezia di Italiano e vedono le possibilità di avvicinarsi ai play-out sempre più lontane. Una gara storta per l’undici di Occhiuzzi, segnata da due errori madornali dell’arbitro Marinelli, che avrebbero potuto far giare l’inerzia del match. Il fischietto di Tivoli all’8′ non espelle Mora per un fallo su Carretta lanciato a rete, al 20′ non aiutato dal suo collaboratore Lombardo non annulla la rete di Gyasi, per la posizione irregolare di Galabinov e al 42′ non assegna un penalty ai rossoblu per un fallo su Baez. Per i padroni di casa gara subito in discesa dopo il doppio vantaggio nei primi 20′, ed una ripresa che dopo il 3-0 non ha avuto storia, con i liguri che restano in corsa per la promozione diretta. CRONACA – Italiano, che deve fare a meno dei gemelli Ricci e Capradossi, schiera i suoi con il 4-3-3: Scuffet tra i pali; in difesa Ferrer, Erlic, capitan Terzi e Machizza; a centrocampo Mora, Bartolomei e Acampora, in avanti Mastinu, Galabinov e Gyasi. Occhiuzzi conferma il suo 3-4-3: Idda, Schiavi e Legittimo, davanti a Perina; a centrocampo Casasola, Bruccini, Prezioso e Bittante, in avanti il tridente formato da Carretta, Rivière e Baez. Inizio horror per i calabresi. Galabinov sfiora il vantaggio dopo 31″, ma il suo tiro viene deviato in angolo. Al 6′ i calabresi vanno sotto. Azione corale dello Spezia con Mora, che serve Marchizza sull’out sinistro, il laterale crossa al centro per Galabinov che salta di testa e batte Perina (1-0). All’8′ Mora atterra Carretta lanciato a rete, ma per Marinelli di Tivoli è solo giallo. Sul calcio di punizione ci prova Bruccini, ma la palla finisce di poco alta sulla traversa. Al 20′ arriva il raddoppio spezzino. Galabinov servito in area, in netta posizione di fuorigioco, scavalca Perina in uscita, con Gyasi che deposita in rete (2-0). L’attaccante dello Spezia per un problema muscolare è costretto ad abbandonare la sfida al 27′, al suo posto entra Nzola. Cosenza sfortunato al 36′. Calcio di punizione quasi perfetto di Baez, con Scuffet battuto, ma la palla colpisce il palo. Al 39′ Perina evita il tris dello Spezia con un miracolo su Mora. Tre minuti più tardi Marinelli sorvola su un contatto falloso in area ligure su Baez. Ad inizio ripresa Italiano manda in campo Maggiore al posto di Mora. Legittimo salva su Bartolomei al 49′ rimediando in angolo. Sul corner successivo lo Spezia trova la terza rete. Ennesima amnesia stagionale rossoblu, con Mastinu che solo in area batte Perina (3-0). Occhiuzzi effettua un doppio cambio: Asencio per Prezioso e Bahlouli per Legittimo. Cosenza che esce dal match e Spezia che dilaga al 54′. Bartolomei crossa sul secondo palo per l’accorrente Mastinu, che di testa sigla il 4-0 e la sua doppietta personale. Al 57′ Italiano effettua la seconda sostituzione della serata con Ragusa, che prende il posto di Bartolomei. Cambia anche il Cosenza in difesa, con Capela che sostituisce Schiavi. Al 63′ Bruccini da fuori area trova il sette, servito da Bahlouli (4-1). Un gol che serve solo per lo score, con lo Spezia che trova la quinta rete con Nzola, servito da Gyasi, a Perina battuto (5-1). Al 73′ tra i padroni di casa entra Vitale al posto di Ferrer. Al 77′ Kone e Broh in campo al posto di Carretta e Baez. Ci prova Asencio al 78′, ma Scuffet è attento. Nei restanti minuti i ritmi calano e non succede più nulla.

Related posts

CROTONE SEI PRONTA? LA SERIE A È DIETRO L’ANGOLO

Redazione

TENNIS, FABIO FOGNINI ENTRA NELLA TOP TEN

Redazione.

UN CROTONE PRATICO E DILIGENTE VINCE ANCHE CONTRO LO SPEZIA

Redazione