Sport

COSENZA, PRIMO BRINDISI AL SAN VITO-MARULLA. SCIAUDONE E RIVIÈRE ABBATTONO LA CREMONESE

Nel posticipo dell’undicesima giornata il Cosenza vince e convive con la Cremonese. Gara subito in discesa per gli uomini d Braglia, che in 10′ trovano due reti e chiudono il match con Sciaudone (3′) e Rivière (10′). Braglia schiera il solito 4-3-3 con Bittante, Idda, Capela e Leggittimo davanti a Perina, a centrocampo Sciaudone, Kanoutè è Bruccini a sostegno di Carretta, Rivière e Baez. Baroni risponde con un 4-3-1-2: Ravaglia a difesa dei pali; Bianchetti, Terranova, Caracciolo è Migliore sulla linea difensiva, a centrocampo Arini, Castagnetti e Valzania, Soddiomo trequartista, dietro a Ciofani e Palombi, che ha vinto il ballottaggio della vigilia con Ceravolo. CRONACA – Un Cosenza “tirato a palla” da Braglia parte a spron battuto ed alla prima azione passa in vantaggio. È Sciaudone, al 3′, sugli sviluppi di un corner battuto da Carretta, a battere Ravaglia (1-0). Un gol che carica ancor di più gli uomini di Braglia, che al 10′ trova il raddoppio. Baez serve al limite Kanouté, che tira forte, Ravaglia non trattiene, irrompe Rivière che sigla il 2-0. Ospiti che subiscono il contraccolpo e Cosenza che continua a spingere. Ci prova Legittimo, al 36′, ma la palla termina lontana da pali di Ravaglia. Rossoblu vicini al tris con Rivière, al 41′, servito da Baez, ma l’estremo difensore grigiorosso sventa. Nuova occasione al 44′ per Sciaudone, con Terannov anche salva con un intervento di mano, ma l’arbitro Di Martino fa proseguire. La musica non cambia nella ripresa. È il Cosenza che alla prima nitida palla gol, ma Baez spara in curva. La risposta degli ospiti arriva con un tiro di Soddimo, che sfila al lato. Al 51′ Palombi colpisce il palo. Un minuto più tardi Baroni inserisce Ceravolo, al posto di Arini, cambiando il modulo in un 4-2-3-1. Azione orchestrata del Cosenza, al 58′, con Rivière che conclude di tacco un preciso cross di Legittimo, ma la palla termina fuori. Al 60′ un cambio per parte: Braglia richiama Carretta per Machach, Barone sostituisce Castagnetti per Gustafson. Terza ed ultima sostituzione per Baroni, al 78′, con Mogos al posto di Palombi. Cosenza, che all’84’ alla palla del tris, ma Machach si impappina davanti a Ravaglia, dopo una ripartenza ben orchestrata da Kanouté e Baez. Cremonese pericolosa in un minuto con Valzania e Bianchetti, ma Perina è pronto. All’88’ tra le fila del Cosenza entra Monaco per Baez, tra gli applausi del San Vito-Marulla. Dopo 4′ di recupero la gara termina con i calabresi, che conquistano la prima vittoria tra le mura amiche e guardano con rinnovato entusiasmo

Related posts

CITTADELLA CINICO E SPIETATO. IL CROTONE STECCA ANCORA ALLA PRIMA DI CAMPIONATO

Redazione

IL RENDE NON SA PIU’ VINCERE. AL “LORENZON” PASSA ANCHE LA PAGANESE

Redazione.

RENDE, E’ ROTTURA PROLUNGATA. CON IL POTENZA ARRIVA LA SESTA SCONFITTA

Redazione.