Sport

COSENZA, TRE MAGIE AL “TOMBOLATO”

Un secondo tempo d’autore, tre reti e la prima vittoria in campionato dopo otto giornate. L’anticipo di ieri sera al “Tombolato” contro il Cittadella per il Cosenza di Piero Braglia può essere riassunto così, non tralasciando l’ennesima prima frazione asfittica e senza idee. Cosa è successo a fine primo tempo nello spogliatoio rossoblu non è dato saperlo, ma la strigliata del tecnico toscano deve essere stata durissima. Talmente dura da cambiare la pelle ad una squadra, che nella seconda frazione ha ribaltato il risultato e portato a casa tre punti di platino per la classifica. CRONACA – Nella gara di apertura della quarta giornata della cadetteria, Braglia schiera i suoi con un 4-3-3: Corsi, Monaco, Idda e Legittimo davanti a Perina; a centrocampo Bruccini, Kanoute e Sciaudone, davanti il tridente formato Carretta, Rivière e Baez. Venturato risponde un 4-3-1-2 mandano in campo Paleari in porta; Ghiringhelli, Perticone, Camigliano e Benedetti sulla linea difensiva; Vita, Iori e Branca a centrocampo con Luppi a sostegno della coppia d’attacco Diaw-Celar. Partenza sprint al Tombolato con il Cosenza vicino al vantaggio dopo soli 40″. E’ Rivière con una girata in area di rigore a mettere i brividi a Paleari. Sul ribaltamento di fronte è il Cittadella a trovare la via del gol con Via (2′), che indisturbato prende la mira dal limite dell’area e batte Perina (1-0). Partenza shock per gli uomini di Braglia che rischiano di capitolare nuovamente al 16′. Luppi viene servito in area e a tu per tu con Perina lo scavalca con un colpo sotto, ma la palla incoccia sulla traversa. Cittadella padrone assoluto del campo e Cosenza in grave difficoltà. Ci prova Benedetti al 27′, ma il tiro risulta debole. Sul finire della prima frazione sono gli ospiti ad avere la palla del pareggio, ma Paleari compie un miracolo sulla conclusione in area di Sciaudone, ben servita da Rivière. Nella seconda frazione Braglia inserisce subito Bittante al posto di Corsi e qualche minuto dopo Capela per Monaco. Un Cosenza che entra in campo con un altro piglio e con l’intenzione di rientrare nel match, sostenuto da cinquecento impareggiabili supporters. Al 57′ arriva il pari rossoblu. Cross di Baez in area veneta, Buuccini al volo batte Paleari e riporta la gara in equilibrio (1-1). Un equilibrio che dura però poco di cinque minuti con il Cosenza che spinge forte e trova il gol del sorpasso. L’esterno veneto Benedetti intercetta con un braccio un tiro di Carreta, con l’arbitro che assegna il penalty. Dal dischetto si presenta Brucci, che insacca (1-2). Un Cosenza che sulle ali dell’entusiasmo continua a spingere e che trova la terza segnatura. Ripartenza fulminea calabrese: Bittante serve Baez, che rientra sul destro e batte con un tiro a giro Paleari (1-3). Esplodono il settore ospite e la panchina rossoblu in un abbraccio che sa di svolta. C’è tempo per altre azioni pericolose per l’undici, ma Paleari evita che il passivo diventi ancora più pesante. Finisce così con la festa calabrese l’anticipo di Serie B per una vittoria fondamentale per cambiare la rotta, dopo una partenza difficile. Ora si torna al lavoro per preparare al meglio la sfida al San Vito-Marulla contro il Chievo Verona.

Related posts

PALLADINO: «QUELLO DI MODENA IL GOL PIÙ IMPORTANTE DELLA MIA CARRIERA»

Redazione

DUE URLA NEL FINALE. IL CROTONE PIEGA LA JUVE STABIA PER LA PRIMA VITTORIA CASALINGA STAGIONALE

Redazione.

CATANZARO, GAETANO AUTERI RIMANE SULLA PANCHINA GIALLOROSSA

Redazione.