Sport

COSENZA, UN ALTRO PASSO VERSO LA SALVEZZA

Un altro passo verso la salvezza. il Cosenza torna dall’Euganeo con un punto prezioso e continua la sua marcia di avvicinamento alla permanenza in Serie B, per i veneti retrocessione sempre più vicina. Una gara combattuta, che si è accesa soprattutto nel finale, con calabresi e veneti che hanno sfiorato il vantaggio, ma Minelli (due volte) e Perina salvano il risultato. CRONACA – Braglia schiera i suoi con il 4-3-3: Bittante, Capela, Dermaku e Legittimo davanti a Perina; Sciaudone, Palmiero e Bruccini a centrocampo e tridente d’attacco leggero formato da Baez, Tutino ed Embalo. Centurioni risponde con lo stesso modulo, mandando in campo Madonna, Ravanelli, Cherubìn, Ceccaroni a difesa di Minelli; il trio di centrocampo formato da Lollo, Calvano e capitan Pulzetti, in attacco Clemenza, Mbakogu e Mazzocco. Nei primi minuti di gioco è il Cosenza ad aver il controllo del gioco, con i veneti in netta difficoltà. La prima occasione è di marca calabrese, con Embalo che non riesce a trovare l’impatto su un cross velenoso di Baez. È lo stesso Embalo che ci prova al 19′ ma la palla finisce alta. Al 23′ Palmiero serve Bruccini, ma il suo colpo di testa termina sull’esterno della rete. Quattro minuti più tardi Padova pericoloso con Pulzetti, che prova il tiro da fuori ma Perina è attento. Padroni di casa ancora pericolosi con Calvano, ma il suo tiro termina fuori. Dall’altra parte ci prova Legittimo, ma la difesa veneta si salva. Negli ultimi minuti azione pericolo Tutino-Baez, ma l’uruguaiano non trova la porta. Ad inizio ripresa è Sciaudone a “sbucciare” il tiro a due passi da Minelli. Al 51′ Braglia cambia, inserendo D’Orazio al posto di Bittante. Padova pericolo qualche minuto più tardi. Disimpegno sbagliato della difesa calabrese, con Mazzocco che sbaglia davanti a Perina. Padova che spinge e Mbakogu tenta di beffare Perina, che salva in angolo. Al 59′ Centurioni prova la carta Bonazzoli richiamando in panchina Clemenza. Braglia risponde richiamando Embalo per dar spazio a Litteri. Al 72′ è Tutino a cercare il sette con un tiro d’esterno, ma Minelli si supera e devia in angolo. Padova che cambia ancora: Capello, fischiato dai propri tifosi, prende il posto di Pulzetti. Al 78′ fallo da rigore su Litteri di Lollo, ma il signor Serra decide di sorvolare.Tra l’80’ e l’82’ i due tecnici decidono per la terza sostituzione. Cocco prende il posto di Lollo con i veneti che si schierano con un 4-2-4, Schettino da minuti di riposto ad uno stanchissimo Palmiero. Match che si infuoca negli ultimi minuti. Cosenza pericoloso per ben due volte in un minuto. Tutino prima, Dermaku dopo si vedono respingere il tiro da  Minelli. Dall’altra parte è Perina a superarsi sulla conclusione di Cocco. Finisce senza reti la sfida dell’Euganeo, con il Cosenza sempre più vicino alla salvezza ed i veneti sempre più vicini alla Serie C.

Related posts

SERIE B, SI GIOCA NORMALMENTE NEL WEEKEND. BALATA: “CHIEDIAMO AL CONSIGLIO DI STATO DI TUTELARE IL NOSTRO CAMPIONATO”

Redazione.

IL RENDE CADE SOTTO I COLPI DI FRANCA. AL “LORENZON” ARRIVA LA TERZA SCONFITTA CONSECUTIVA

Redazione.

CALCIO, L’U.S. CATANZARO SI ISCRIVE AL CAMPIONATO

Redazione.

Lascia un commento