Buone Feste Esperia
Salute

COVID, A POLISTENA I TAMPONI RAPIDI A CURA DI EMERGENCY

Su richiesta del Comune di Polistena, a partire da venerdì 27 novembre, Emergency effettuerà un servizio di tamponi rapidi per le fasce più fragili della popolazione e per le categorie più esposte al rischio. “Il progetto – ha dichiarato Mauro Destefano, coordinatore del presidio locale di Emergency – è il risultato di una collaborazione con il Comune che prosegue dal 2013, anno in cui la nostra organizzazione ha aperto il suo Ambulatorio a Polistena. “Siamo convinti che questo virus si possa contenere partendo dal monitoraggio del territorio. Tracciamento e prevenzione sono step fondamentali,” “Dato il consistente numero di contagi, con 3.473 attualmente positivi nella provincia di Reggio Calabria – è detto in un comunicato – l’Amministrazione comunale ha deciso di avviare una indagine epidemiologica sul suo territorio, acquistando circa 700 test antigenici rapidi da destinare inizialmente ai nuclei familiari indigenti, ai dipendenti comunali, alle forze dell’ordine e agli operatori scolastici e che saranno messi anche a disposizione di tutti i cittadini, previa prenotazione online. Emergency fornirà il supporto medico infermieristico e logistico, mettendo a disposizione del presidio un proprio medico e un infermiere” “Con quest’iniziativa – ha aggiunto Destefano – vogliamo provare a individuare e arginare direttamente l’insorgenza dei contagi da Covid, dando supporto alle Usca, che in questo momento si trovano in affanno. Essere a fianco di chi è più vulnerabile, di chi non ha la possibilità di pagarsi le cure o di effettuare un tampone, come in questo caso, ora è necessario più che mai”. I test verranno processati istantaneamente e il risultato sarà consegnato ai pazienti in circa mezz’ora. La campagna durerà fino al 15 dicembre ed è aperta a tutti.

Related posts

SANITA’, OLIVERIO E SCURA IN COMMISSIONE AL SENATO

Redazione.

ANNUNZIATA DI COSENZA, TRAPIANTATO UN RENE SU UN GIOVANE PAZIENTE

Redazione.

SLA, I GIOCATORI RISCHIANO 6 VOLTE DI PIÙ. ANCORA IGNOTE LE CAUSE

Redazione.