Buone Feste Esperia
Attualità

COVID, LE PAROLE DI SPERANZA DEL SINDACO DI LOCRI

“Cari amici, dopo i primi cinque giorni di ricovero nel Reparto Malattie Infettive al Gom di Reggio Calabria le mie condizioni iniziano a migliorare e possiamo guardare al futuro con più fiducia. Sono arrivato qui lunedì sera in condizioni critiche con la preoccupazione che la situazione potesse degenerare e, soprattutto, psicologicamente devastato”. È quanto scrive sul suo profilo Facebook il sindaco di Locri Giovanni Calabrese da giorni ricoverato per Covid nel Reparto Malattie Infettive del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria. “Ho trovato un reparto con validi e competenti operatori professionali dove viene data assistenza al paziente con impegno e amore. Tutto ciò è veramente encomiabile. Noi stessi pazienti cerchiamo di rincuorarci e farci forza a vicenda. Da quando sono arrivato il mio angelo custode locrese Peppuccio Ieropoli, Dirigente medico in questo reparto, non mi abbandona mai. Un caro e storico amico che mi sta dando la marcia in più – continua il primo cittadino di Locri – per uscire presto da questa brutta e fastidiosa situazione. I miei familiari da oggi sono tutti negativi e ciò mi da maggiore tranquillità. Ci rivedremo presto e sarà questo un brutto ricordo ed anche un’esperienza ‘nuova’ nel mondo della sanità.
Rinnovo i ringraziamenti per il tanto, tantissimo affetto che mi avete manifestato e che mi è stato di fondamentale aiuto nel superare i momenti più difficili. Vi rinnovo l’invito alla massima attenzione e prudenza che sono determinanti per evitare la diffusione del virus nella nostra città messa a dura prova in questi giorni. Con la consueta collaborazione di tutti – conclude Giovanni Calabrese – supereremo questo momento difficile. #forza#grazieperlaffetto

Related posts

LAVORO. EX LSU-LPU, INCONTRO LEZZI-SINDACATI. MINISTRO: “PRECARI DA TROPPO TEMPO”

Redazione.

VISITA DEL SINDACO OCCHIUTO ALL’UNIVERSITÀ CAMPUS BIOMEDICO DI ROMA

Redazione.

AMBIENTE, ACCORDO TRA IL PARCO DELLA SILA ED IL PARCO DI DJERDAP

Redazione.