Sport

CROTONE, PARI CON LA LAZIO, CERCA PUNTI SALVEZZA A NAPOLI. MA IL GOL ANNULLATO CONTRO IL CAGLIARI CHIEDE GIUSTIZIA

Un piede in serie B a 90’ dalla fine. È questo il responso della penultima giornata del campionato di Serie A nella quale il Crotone cercava una vittoria dalla gara casalinga contro la Lazio. E invece è arrivato un pareggio che serve a poco anche ai laziali che domenica prossima dovranno gestire il risultato contro l’Inter e non potranno assolutamente perdere per non dire addio alla Champions. Anche il Crotone non dovrà perdere a Napoli per non dover salutare la massima categoria ma occorrerà vedere anche i risultati dagli campi. In pratica si ripropone la stessa situazione dello scorso anno ma con una differenza. Dodici mesi fa il Croton fu per quasi tutta la stagione in Serie B salvandosi solo all’ultima giornata. Quest’anno la stagione è stata differente con una squadra sempre viva, sempre in Serie A e che adesso rischia seriamente di tornare in B dopo due stagioni. Un campionato sul quale però peserà la decisione di annullare un gol validissimo nella gara casalinga contro il Cagliari, la squadra con la quale il Crotone si gioca la salvezza. Una rete annullata dopo che l’arbitro Tagliavento andò a riguardare l’azione (ma non doveva farlo come da protocollo Var) e che nonostante fosse un gol valido arrivò ugualmente l’annullamento. Due punti in meno al Crotone e uno in più al Cagliari, la differenza tra salvezza e retrocessione. Contro la Lazio il Crotone non aveva alternative se non la vittoria. 171525013-04637383-2b35-4514-97d4-60637801fae1Eppure la gara non comincia benissimo per il Crotone che va sotto al 14’ quando Ceccherini affronta Lulic in modo scomposto e che l’arbitro giudica da rigore. Dal dischetto è lo stesso Lulic a trasformare. Il Crotone non ci sta e comincia ad attaccare. Prima è Nalini che tira un diagonale sul quale Simy arriva in ritardo ma poi al 29’ arriva il gol del pari. Martella mette un pallone nel cuore dell’area dove Simy anticipa tutti e di testa batte Strakosha per l’1-1. Settimo gol per il nigeriano, il primo di testa in Serie A. Ma la partita riserva molte emozioni come quando al 39’ Caicedo si presenta solo davanti a Cordaz ma il suo tiro è preda del portiere del Crotone che gli nega il gol. Dopo il riposo la Lazio bussa immediatamente alla porta del Crotone con una traversa colpita da Caicedo. Inzaghi mette mano ai cambi: dentro Patric e Caceres, fuori Radu e Murgia entrambi ammoniti. Zenga risponde con l’ingresso di Stoian per Faraoni e due minuti dopo il Crotone si porta avanti. Barberis batte una punizione dalla trequarti sulla quale la difesa della Lazio non è prontissima permettendo a Ceccherini di toccare di giustezza con la palla che tocca il palo e finisce in rete. Il Crotone assapora la vittoria ma impreca alla sfortuna quando Rohdèn ha sul piede il gol del kappaò ma De Vrij sulla linea respinge il tiro a portiere battuto. E a 6’ dalla fine Milinkovic – Savic s’inventa il pareggio sfruttando un cross di Se Vrij e fulmineamente controlla e tira in porta segnando il gol del 2-2. Le notizia che arrivano dagli altri campi però lasciano l’amaro in bocca al Crotone. Vince il Cagliari, il Chievo e l’Udinese. Perse la Spal. Il Crotone è terzultimo e a Napoli si gioca tutto.

 

Related posts

IL COSENZA DÀ UNA LEZIONE AL CROTONE. SI PRENDE IL DERBY ALLO SCIDA E METTE A NUDO TUTTI I LIMITI DEI PITAGORICI

Redazione

IL CROTONE SBATTE SUL PESCARA E SULL’ARBITRO CHE GLI NEGA UN RIGORE SACROSANTO. MA IN QUESTA STAGIONE È UNO DEI TANTI

Redazione

IL SIRACUSA IMBRIGLIA LA VIBONESE AL “RAZZA”. SILVESTRI RISPONDE A TURATI SUL FINIRE DEL MATCH

Redazione.

Lascia un commento