Cultura & Spettacolo

CULTURA, IL SIGILLO DELL’ATENEO DI URBINO A NUCCIO ORDINE

“Non siamo isole separate, ma un unico continente di una grande umanità e l’umanità che soffre nei barconi, con donne incinte in fila nella camera mortuaria, e’ una campana che suona anche per noi”. Lo ha detto il prof. Nuccio Ordine, concludendo il suo intervento dopo aver ricevuto il Sigillo d’Ateneo nell’Aula Magna dell’Università di Urbino. Un riconoscimento che si aggiunge ai tanti ottenuti, anche a livello internazionale – ha ricordato il rettore Vilberto Stocchi – dal docente, professore ordinario dell’Università della Calabria, autore del successo editoriale tradotto in tutto il mondo: “L’Utilità dell’inutile” (Bompiani). “I classici ci insegnano a vivere” ha detto l’accademico, invitato ad insegnare in prestigiosi atenei europei e statunitensi, rivolgendosi agli studenti. Non si studia per un diploma o per una laurea, ma “per diventare migliori attraverso la cultura ed il sapere”, non solo e non tanto per “un corrispettivo economico”, quanto “per rendere più umana e più giusta la società”, per non diventare spacciatori, corrotti o razzisti. Slogan come ‘”Prima gli italiani’ o simili, secondo Ordine, non sono giusti in quanto “l’identità non è immobile nel tempo…e i sostenitori della purezza identitaria hanno portato a milioni di ebrei massacrati”. “Non c’e’ più tempo per le relazioni umane – ha aggiunto – con i giovani sempre sui cellulari, portati a credere che il virtuale sia più importante del reale. Se l’uno per cento della popolazione mondiale detiene l’82% della ricchezza e le disuguaglianze stanno aumentando, significa che qualcosa non funziona”. Per questo bisogna ricordarsi che “non siamo isole separate, ma un unico continente di una grande umanità e l’umanità che soffre nei barconi, con donne incinte in fila nella camera mortuaria, è una campana che suona anche per noi”.

Related posts

FOTOGRAFIA, INAUGURATA A PALAZZO CAMPANELLA LA MOSTRA DEL MAESTRO RAFFAELE MONTEPAONE

Redazione.

A SAN FILI SABATO 5 AGOSTO “MADE IN CALABRIA”

Redazione.

ROMA, TESTA DIVINITÀ EMERGE DA UNO SCAVO ARCHEOLOGICO SOTTO IL CAMPIDOGLIO

Redazione.