Mondo

ESPLOSIONE A LIONE, CONGEGNO COMANDATO A DISTANZA

L’ordigno esploso ieri pomeriggio nel centro di Lione era “telecomandato a distanza”, finora non ci sono state rivendicazioni dell’atto e diversi fra i 13 feriti vengono sottoposti ad interventi chirurgici per l’estrazione di schegge: queste le principali informazioni date dal procuratore della Repubblica Remy Heitz durante una conferenza stampa oggi a Lione. Il procuratore ha parlato di “diverse testimonianze” e di una caccia all’uomo che continua.

LEGGI anche: ESPLOSIONE A LIONE, 13 FERITI. MACRON: “È UN ATTACCO”, FRANCIA, ESPLOSIONE IN CENTRO A LIONE. ALMENO OTTO FERITI

Related posts

FAST FOOD, ADDIO “BIG MAC” IN EUROPA. MCDONALD’S PERDE LA BATTAGLIA LEGALE

Redazione.

CONTE: “BATTISTI SARÀ IN ITALIA DOMANI POMERIGGIO”

Redazione.

SRI LANKA, ESPLOSIONI IN CHIESE E HOTEL. SALE A 138 IL BILANCIO DELLE VITTIME

Redazione.

Lascia un commento