Buone Feste Esperia
Attualità

FRONTE COMUNE PER L’AEROPORTO SANT’ANNA. A FINE MARZO IL PIANO INDUSTRIALE

C’è un fronte comune per permettere la continuità dei voli dal Sant’anna. È quanto emerso dalla riunione tenutasi, questa mattina, all’aerostazione Pitagora alla quale hanno partecipato il presidente di Sacal, Giulio De Metrio, i sindaci di Crotone Voce e di Isola Capo Rizzuto Vittimberga, l’assessore regionale ai trasporti Domenica Catalfamo, i parlamentari Elisabetta Barbuto, Margherita Corrado e Sergio Torromino, la consigliera regionale Flora Sculco. “Sacal – dice De Metrio – non ha alcuna intenzione di rinunciare a Crotone, anzi sta cercando di programmarne il rilancio dell’aeroporto in attesa della fase post pandemica”. Il presidente di Sacal ha annunciato che a fine marzo presenterà il piano industriale del Sant’Anna che non sarà solo incentrato sui voli. Il sindaco Vincenzo Voce, intervenendo, ha evidenziato il valore “sociale” dell’aeroporto, infrastruttura fondamentale per il territorio non solo in termini di collegamenti ma anche di sviluppo. Dal canto suo Il presidente di Sacal De Metrio ha rassicurato sulla volontà di sostenere l’aeroporto di Crotone evidenziando che per il Pitagora è previsto un finanziamento di 4.340.000 euro destinati all’infrastruttura ed in particolare l’ampliamento della pista e per l’adeguamento del sistema ILS particolarmente importante nello svolgimento di operazioni in condizioni di bassa visibilità. In particolare il sindaco ha evidenziato l’opportunità, nella rimodulazione del bando per gli oneri di servizio, che si tenga conto di questa necessità indispensabile per il territorio crotonese favorendo al massimo la partecipazione delle compagnie aeree. Per la consigliera Flora Sculco “è stato un incontro fattivo, nato dall’esigenza di confrontarsi sulle sorte dell’aeroporto di Crotone dopo la cancellazione da parte di Ryanair dei voli da e per Bergamo e Bologna. Devo registrare –prosegue- un cambio di atteggiamento della Sacal e soprattutto una maggiore attenzione per il nostro scalo”. Ora Il prossimo passo è la rimodulazione del bando per gli oneri di servizi, andato deserto a dicembre, che andrà ripresentato.

Related posts

SCUOLA, A VIBO VALENTIA TUTTI IN DAD FINO AL 16 GENNAIO

Redazione.

CORONAVIRUS, A NICOTERA LE SCUOLE INIZIANO IL 6 OTTOBRE

Redazione.

CATANZARO, SI APRE UNA VORAGINE IN VIA BUCCARELLI. DISAGI AL TRAFFICO

Redazione.