Sport

IL BRESCIA VINCE NEL RECUPERO. COSENZA STANCO E BATTUTO

Un Brescia cinico e compatto conquista tre punti al San Vito-Marulla, decretando la terza sconfitta casalinga del Cosenza tra le mura amiche. Un Cosenza che ha disputato un gran primo tempo, chiudendo sul doppio vantaggio grazie alla reti di Bruccini ed Embalo. Nella ripresa le Rondinelle trovano il ritmo, ed il contemporaneo calo dei calabresi segnato dall’uscita per infortunio di Palmiero, è un arimonta clmaorosa, conclusa con il gol di Bisoli nel recupero. CRONACA – Braglia sceglie un 4-3-3 “brevilineo” con Bittante, Capela, Dermaku e Legittimo a difesa di Perina, Sciaudone, Palmiero e Bruccini a centrocampo, Baez-Tutino-Embalo davanti. Corini risponde con un 4-3-1-2: con Sabelli-Semprini-Romagnoli-Gastaldello i quattro dietro; Ndoj, Tonali e Bisoli sulla mediana con Spalek dietro il duo d’attacco Torregrossa-Donnarumma. Il primo squillo è di marca rossoblu con Tutino, al 6′, che da fuori impegna Alfonso. La risposta bresciana arriva al 12′ con Torregrossa, ma la palla termina alta. Al 18′ arriva il vantaggio del Cosenza. Azionare corale, che porta al tiro Bruccini dal limite delle area, pallone deviato e Alfonso battuto (1-0). Un gol che dà ancora più vigore alla squadra di Braglia, che al 26′ trova il raddoppio. Preciso traversone dall’out sinistro di Legittimo per Embalo che di test a trova  il sette (2-0). Un minuto più tardi Braglia è costretto a sostituire Palmiero, infortunato, mandando in campo Mungo. Al 37′ è Baez a provarci da fuori, ma la palla finisce lontana dai pali. Brescia pericolosa al 41′ con Spalek, ma Perina si supera e devia in angolo. Nel recupero combinazione Tonalità-Donnarumma-Torregrossa, che cerca il pallonetto ma sbaglia la mira. Nella ripresa è del Cosenza il primo acuto. Al 50′ Tutino inventa e crossa al centro, ma nessuno dei compagni è pronto all’appuntamento sotto porta. Tre minuti più tardi il Brescia riapre l’incontro con Spalek, lesto al centro dell’area a spingere in rete un preciso cross di Sabelli (2-1). Gol viziato da una netta posizione di fuorigioco del trequartista bresciano. Al 62′ Tutino reclama un rigore, ma il signor Dioniso fa proseguire. Il napoletano protesta e viene ammonito, con Trinchera che viene allontanato per proteste dalla panchina. Al 62′ Corini manda in campo Dall’Oglio per Spalek, mentre Braglia è costretto ad un nuovo cambio con Embalo costretto ad uscire per infortunio, al suo posto Garritano. Al 74′ Dionisi concede un calcio di rigore per gli ospiti: dal dischetto si presenta Donnarumma che batte Perina (2-2). Braglia prova a cambiare l’inerzia della gara inserendo Litteri al posto di Baez al 78′. All’84’ Corini effettua un nuovo a cambio con Mateju al posto Semprimi. Padroni che hanno la palla buona per il nuovo vantaggio, un minuto più, con Garritano che si fa parare il tiro da Alfonso. Brescia che cerca l’intera posta in palio, con Corini che manda in campo Martinelli per uno spento Tonali. Nel recupero arriva la doccia fredda per il San Vito-Marulla con Bisoli che batte Perina (2-3). È festa per il Brescia che continua la sua rincorsa alla promozione diretta, per il Cosenza tanti rimpianti per una gara che poteva finire in parità.

Related posts

COLPO VERONA. VINCE A CROTONE E SI PRENDE ANCHE LA TESTA DELLA CLASSIFICA

Redazione

ATTESA PER LA WORLD SERIES DI KITE SURF A GIZZERIA

Redazione.

CROTONE AD UN PASSO DAL SOGNO SORRETTO DA 5000 TIFOSI

Redazione.