Sport

IL CATANZARO ABBANDONA I PLAY-OFF. LA FERALPISALÒ ALL’89’ TROVA IL GOL QUALIFICAZIONE

Arriva l’inattesa eliminazione nel primo turno nazionale dei play-off per il Catanzaro del presidente Noto, che pareggia al Ceravolo con la Feralpisalò (2-2). La beffa per i giallorossi arriva sul finire del match, con il gol di Legati (89′), nato da una sbandata della difesa di Auteri, che fa calare il gelo sul Ceravolo. CRONACA – Tre giorni dopo la sconfitta di misura in terra lombarda (1-0), le attese erano ben altre. Stadio pieno, entusiasmo alle stelle e voglia di proseguire il cammino per la B a far da stimolo. È l’inizio conferma le sensazioni della vigilia, con i padroni di casa a tenere il pallino del gioco, con la difesa ospite a fare buona guardia. Al 17 il Catanzaro si rende pericoloso: Bianchimano crossa, deviazione di Marchi che per poco non trova l’autogol. La risposta lombarda arriva con una conclusione di Caracciolo di poco fuori. Il Catanzaro gioca, la Fearalpisalò passa in vantaggio. Cross di Legati dall’out destro, Scarsella la tocca per Pesce che dal limite batte Furlan (0-1). Il primo finisce con gli ospiti in vantaggio ed un Catanzaro incapace di reagire. La ripresa è tutt’altra musica. Catanzaro in forcing sin da subito alla ricerca del pareggio. Pari che arriva al 52′: Kanoutè serve De Risio, che trova la via della rete (1-1). Esplode il Ceravolo che spinge forte i propri beniamini. Al 69′ padroni di casa in vantaggio con Fischnaller, servito in area da un preciso cross di Celiento. Un gol che non placa la voglia di spingere dei giallorossi, che all’83’ sfiorano il tris con D’Ursi, ma De Lucia sui supera e respinge. Dal possibile 3-1 al 2-2 è un attimo. All’89’ arriva la beffa. Corner “contestato” per gli ospiti, Contessa crossa e Legati è lesto a trovare il pari (2-2). È il gol della qualificazione per gli ospiti e del dramma per i giallorossi, che escono nuovamente dai play-off.  C’è tempo per la rabbia del presidente Noto che si è lamentato della direzione dell’arbitro e per la delusione di una tifoseria, che ancora una volta vede savnire il sogno di una promozione in Serie B.

Related posts

RAFFAELE VRENNA LASCIA LA PRESIDENZA DEL CROTONE. ORA È TUTTO NELLE MANI DI GIANNI

Redazione

COSENZA, UN PASSO DECISIVO VERSO LA SALVEZZA. TUTINO SEGNA, PERINA PARA UN RIGORE AL 95′

Redazione.

BATTUTO IL BENEVENTO IN INFERIORITÀ NUMERICA MA PER LA SALVEZZA DEL CROTONE SERVE ANCORA UN PUNTO

Redazione

Lascia un commento