Sport

IL COSENZA ESPUGNA LO ZINI E CONTINUA LA RINCORSA ALLA SALVEZZA

Seconda partita dopo il lockdown e seconda vittoria per il Cosenza di Occhiuzzi, che espugna lo “Zini” di Cremona (0-2) e continua la sua ricorsa alla salvezza. Tre punti che valgono doppio per i rossoblu calabresi, con la classifica che si accorcia e i play-out ora che distano solo due punti, mentre la salvezza diretta è a -6. A “griffare”la vittoria i gol di Rivière (25′) e Baez ad inizio ripresa (48′), ed il rigore parato di Perina a Ciofani (77′), che consentono alla squadra rossoblu di tornare in Calabria con l’intera posta in palio. CRONACA – Bisoli schiera i grigiorossi di casa con un 4-3-3: Bianchetti, Terranova, Ravanelli e Crescienzi davanti a Ravaglia; a centrocampo Gaetano, Castagnetti e Valzania a sostegno del trio d’attacco formato da Palombi, Ciofani e Parigini. Occhiuzzi risponde un 3-4-3, riconfermando dieci/undicesimi della sfida vittoriosa con l’Entella, sostituendo lo squalificato Kanoute con Prezioso. Perina tra i pali, in difesa Idda, Schiavi e Legittimo; a centrocampo Casasola, Bruccini, Prezioso e Bittante, in avanti Carretta, Rivière e Baez. Un Cosenza che parte subito forte e conquista il predomino territoriale, mentre la Cremonese arranca. Al 25′ ospiti in vantaggio con il francese Rivière che sfrutta al meglio un bell’assist di Prezioso (0-1). La squadra di Bisoli non ci sta e si rende subito pericolosa, sprecando però molto. Al 32′ grigiorossi vicini al pari. Ciofani prima colpisce la traversa, con Perina battuto, e poi manda fuori da pochi passi. Sei minuti più tardi è Parigini a fallire una ghiotta chance, con l’attaccante della Cremonese che spedisce al lato. Ad inizio ripresa il Cosenza trova subito il raddoppio. Minuto 48: Casasola sfonda sull’out destro e mette al centro un cross al bacio per Baez. Ravaglia prova a salvarsi con l’aiuto del palo, ma la palla ha oltrepassato la linea di porta e Aureliano indica il centrocampo (0-2). Al 51′ l’undici di Bisoli con Gaetano ha la palla buona per rientrare nel match, ma anche in questa occasione la mira è sbagliata. Forcing dei padroni di casa, con conclusioni quasi mai pericolose. Al 75′ l’episodio che può riaprire la gara. Ciofani colpisce in area di testa, Idda salva con un braccio. Per Aureliano è calcio di rigore e secondo giallo per il difensore sardo. Dal dischetto si presenta Ciofani, ma Perina si supera e para. Un intervento da dedicare al figlio nato qualche ora prima. I restanti minuti vedono la Cremonese provarci in tutti i modi ed il Cosenza pronto a difendersi. Finisce così allo Zini con la vittoria rossoblu ed una classifica che comincia a sorridere. Ora un doppio turno al San Vito-Marulla contro Trapani ed Ascoli per dare un’altra spallata e continuare a credere alla salvezza, che alla ripresa del campionato dopo la pandemia, sembrava un miraggio.

Related posts

RENDE SCONFITTO AL “PROVINCIALE” DI TRAPANI. GRANATA CHE RAGGIUNGONO I CALABRESI AL SECONDO POSTO

Redazione.

VIBONESE, A VITERBO LA VITTORIA SFUMA NEL FINALE

Redazione.

E’ MORTO GIGI SIMONI. ALLENO’ IL COSENZA IN B E VINSE L’UEFA CON L’INTER

Redazione.