Buone Feste Esperia
Sport

IL COSENZA PAREGGIA IN RIMONTA CON IL MONZA

Punto prezioso per il Cosenza all’U-Power Stadium di Monza. Sotto di due reti dopo 25′ i calabresi trovano una rimonta che vale un punto in classifica, ma tanto ancora in più in chiave entusiasmo. CRONACA – Brocchi senza lo squalificato Bellusci, Balotelli ed i nuovi acquisti Ricci e Scozzarella sceglie il tradizionale 4-3-3: con Donati, Paletta, Bettella e Carlos Augusto davanti a Di Gregorio; a centrocampo Frattesi, Barberis e Barillà, in avanti Boateng, Gytkjaer e Mota Carvalho. Occhiuzzi, che non può contare sullo squalificato e l’infortunato Petre, decide per il 3-4-3: Falcone tra i pali, dietro Ingrosso, Idda e Legittimo; a centrocampo Corsi, Petrucci, Sciaudone e Bittante, con il tridente formato da Carretta, Gliozzi e Baez. Partenza ad handicap per i rossoblu che all’8′ sono già sotto nel risultato. Sugli sviluppi di un corner Gytkjaer spizza per Barillà che insacca (1-0). Al 15′ ci prova Barberis su calcio di punizione dal limite, ma Falcone è bravo e devia in angolo. Al 21′ occasione per i calabresi, Corsi lanciato in area cerca Carretta, con la difesa brianzola che allontana il pericolo. Cinque minuti più tardi la squadra di Brocchi trova il raddoppio. Palla persa dai rossoblu, Gytkjaer trova campo libero e dai 25 metri batte Falcone (2-0). Al 31′ il Monza ha la possibilità del tris: Frattesi, solo in area, calcia a rete ma un difensore salva sulla linea. Cosenza che si fa vivo quattro minuti più tardi con un tiro di Petrucci respinto da Di Gregorio, dopo una buona azione manovrata. Al 41′ il Cosenza trova la rete. Corner per i rossoblu Paletta sbaglia l’intervento e batte il proprio portiere. Ad inizio ripresa Occhiuzzi inserisce Tremolada entra al posto di Gliozzi. L’ex Pordenone ha un buon impatto sul match ed in pochi serve buoni palloni a Carretta e Baez. Al 53′ ci prova Baez con un tiro a giro parato da Di Gregorio. Brocchi effettua il primo cambio al 58′: Armellino subentra a Frattesi. Al 63′ nuovamente Tremolada pericoloso direttamente dalla bandierina del corner. Al 67′ arriva il pareggio del Cosenza. Errore in disimpegno di Pezzella che regala palla a Tremolada. Il nuovo arrivato lascia partire dal limite con De Gregorio battuto (2-2). Al 72′ doppio cambio nelle fila brianzole: fuori Barillà e Boateng, dentro D’Errico e Colpani. Due minuti più tardi tiro pericoloso dalla distanza di Carlos Augusto con Falcone che para in due tempi. Monza che continua a cercare il vantaggio, ma il Cosenza tiene botta senza difficoltà. Donati all’82’ con un tiro dal vertice sinistro dell’area del Cosenza, ma Falcone para senza problemi. All’84’ ancora un doppio cambio tra i padroni di casa: entrano Sampirisi e Maric al posto di Donati e Gytkjaer. Risponde Occhiuzzi con Vera e Sueva subentrano a Corsi e Baez. All’86’ Maric serve Mota Carvalho, che sfiora il sette. Prima del 90′ Carlos Augusto entra in area dalla sinistra ma il suo tiro termina a lato. Occhiuzzi richiama uno stanco Carretta per inserire Kone, che si fa espellere dopo 60″ secondi. Prima della fine ed in 10 il Cosenza ha la palla per i tre punti. Tremolada serve in area Sciaudone, il cui tiro viene respinto da Di Gregorio in uscita. Finisce così in parità la sfida in terra lombarda con il Cosenza che torna a casa con un punto prezioso. Unica nota stonata i due cartellini a Sciaudone e Petrucci in diffida e l’espulsione di Kobe toglieranno elementi importanti per la prossima sfida con l’intero centrocampo dà invetare.

Related posts

ZANARDI, MARTEDÌ POSSIBILE USCITA DAL COMA FARMACOLOGICO

Redazione.

UNA DOPPIETTA DI BUDIMIR SALVA IL CROTONE DALLA SCONFITTA. A FINE GARA DURA CONTESTAZIONE PER STROPPA

Redazione.

CROTONE A PALERMO NON PERVENUTO. SCONFITTO E INVOLUTO NEL GIOCO

Redazione.