Sport

IL CROTONE VINCE IL DERBY. IL COSENZA PROTESTA PER UN GOL NON CONVALIDATO

Il derby di Calabria va al Crotone, ma il Cosenza si lamenta per un gol non concesso dal signor Abbattista di Molfetta a Sciaudone al 72′. Un gol che apparso ai più regolare, ma che né l’assistente Cangiano segnala, né il giudice di gara assegna. Un errore clamoroso che la Var avrebbe di certo evitato, rendendo giustizia ai rossoblu cosentini. Tre punti fondamentali per l’undici del presidente Vrenna che disputano un gran primo tempo sfiorando più volte il raddoppio, mentre per il Cosenza nonostante la seconda frazione tutto cuore e orgoglio la classifica è sempre più preoccupante. CRONACA – Braglia schiera i suoi con un 3-5-2: Idda, Monaco e Legittimo davanti a Perina; sulla mediana Baez, Bruccini, Broh, Kanoute e D’Orazio, davanti la coppia Rivière e Machach. Stroppa risponde con un modulo a specchio: Cordaz tra i pali, in difesa Golemic, Marrone e Gigliotti; a centrocampo Molina, Benali, Barberis, Crociata e Mazzotta, in attacco Simy e  Messias. Al 6′ ci prova Messias ma la palla termina al lato. La risposta del Cosenza arriva al ’11 con Rivière in girata colpisce il palo, con Cordaz fortunato sulla ribattuta. Due minuti più tardi arriva il vantaggio del Crotone. Cross di Barberis, con Messias che al secondo tentativo batte Perina (0-1). Crotone che spinge e che al 16′ crea la possibilità del raddoppio con Molina, ma Perina è pronto. Cosenza che subisce il colpo e che Crotone che ha la possibilità di colpire. Ripartenza pitagorica con Messias che non impensierisce Perina. I padroni di casa si fanno vivi poco dopo la mezzora con un tiro sbilenco di Kanoute. Ci prova Baez al 38′ ma la difesa pitagorica si salva in angolo. Al 40′ è Simy a sparare sopra la traversa. Combinazione Rivière-Broh, che crossa per Baez al centro dell’area, con l’attaccante cosentino che spreca malamente. Nella ripresa è il Crotone il primo a farsi vivo nell’area avversaria, con Crociata, ma la sua conclusione termina al lato. Al 55′ Simy viene servito davanti a Perina, “cincinschia” e la difesa salva. Al 57′ Braglia cambia con Sciaudone al posto di Kanoute. Stroppa risponde al 62′ con Mustacchio al posto di Mazzotta. Cinque minuti più tardi è Bruccini, servito da Broh, a provarci da fuori ma senza impensierire Cordaz. Al 69′ Braglia tenta il tutto per tutto inserendo il nuovo arrivato Asencio al posto di Bruccini. Al 72 Abbattista di Molfetta non convalida il colpo di testa di Sciaudone, con Cordaz che salva dopo la linea di porta. Al 76′ Simy viene richiamato in panchina per Maxi Lopez. La girandola delle sostituzioni prosegue con Gomelt al posto di Benali tra le fila del Crotone e Carretta per Broh tra i padroni di casa. All’87’ Cordaz si supera su Machach. Nel recupero è Idda a tentare di testa, ma la palla termina fuori. Dopo cinque minuti di recupero è festa per i mille tifosi giunti da Crotone. [Foto Francesco Spina]

Related posts

RENDE, BRUTTO STOP A MATERA. SECONDA SCONFITTA CONSECUTIVA PER I BIANCOROSSI

Redazione.

CROTONE, PARI CON LA LAZIO, CERCA PUNTI SALVEZZA A NAPOLI. MA IL GOL ANNULLATO CONTRO IL CAGLIARI CHIEDE GIUSTIZIA

Redazione.

SPORT, AYOUB E’ CROTONESE ED ITALIANO

Redazione.