Cronaca

INCENDIO A ISOLA CAPO RIZZUTO, MUORE TRA LE FIAMME DI UNA CALDAIA

Un operaio di 48 anni, Seferi Ruston, di nazionalità macedone, è stato trovato cadavere, completamente carbonizzato, all’interno del locale caldaie della Quadrifoglio, azienda che si occupa di catering, a Isola Capo Rizzuto. L’uomo, dipendente come tuttofare dell’azienda, è stato avvolto dalle fiamme divampate nel locale. A trovare il cadavere sono stati i vigili del fuoco del Comando provinciale di Crotone. Sul posto, sono arrivati il medico legale e il magistrato di turno, Giampiero Golluccio. Sulle cause dell’incendio indagano i carabinieri della Compagnia di Crotone. A quanto pare l’uomo sarebbe andato nel locale a prendere delle taniche di carburante per fare rifornimento alla sua vettura trovata parcheggiata all’esterno del locale con il tappo del serbatoio aperto. Il carburante avrebbe preso fuoco e l’uomo è rimasto avvolto dalle fiamme. L’azienda è in amministrazione giudiziaria perché coinvolta nell’operazione Jonny condotta dalla Dda a maggio del 2017.

Related posts

‘Ndrangheta: infastidito da spazzatura brucia casa per vendetta

Redazione.

Crotone: nuovi impianti di illuminazione in città e ripristino del manto stradale

Redazione

REGGIO CALABRIA, SEQUESTRI E DENUNCE NELL’OPERAZIONE “CONFINE ILLEGALE” DELLA GUARDIA COSTIERA

Redazione.

Lascia un commento