Cronaca

INDAGINE SULLA PISCINA, REVOCATI I DIVIETI DI DIMORA

Dopo la revoca del divieto di dimora per il Sindaco Ugo Pugliese, il GIP ha revocato la misura anche per Giuseppe Frisenda, Daniele Paonessa ed Emilio Ape, il primo assessore allo sport, gli altri due referenti di Daippo, il consorzio che gestisce la piscina comunale di Crotone. L’assessore e i due referenti del consorzio sono tra gli indagati nell’inchiesta sulle presunte irregolarità nell’affidamento in gestione a società private della piscina comunale. Il divieto di dimora resta per il dirigente del settore urbanistica del Comune, Giuseppe Germinara. Pugliese e Frisenda si sono dimessi dai rispettivi incarichi politici. Secondo la procura pitagorica ci sarebbe stato “un vero e proprio accordo collusivo attraverso trattative clandestine fatte di incontri privati tra i politici e i gestori della piscina”. Le indagini sono state condotte dalla polizia. Per l’accusa “il Comune di Crotone non si è avvalso di una procedura di gara a evidenza pubblica per la gestione della piscina, così come previsto dal codice dei contratti pubblici, bensì di un affidamento diretto. Il consorzio Daippo negli anni passati aveva creato un danno economico di circa un milione di euro al Comune, che si è accollato tutte le spese”. Il procuratore di Crotone Giuseppe Capoccia aveva precisato che la misura del divieto era stata “ponderata e scelta per non essere inutilmente devastante, ma assolutamente necessaria. Può sembrare che grandi scorrettezze non siano state commesse perché ormai tutto è diventato normale, ma non è questa la legalità” aveva detto Capoccia.

Related posts

MOLESTAVA LA SUA EX, ARRESTATO VENTIDUENNE PER STALKING A LAMEZIA TERME

Redazione.

SAN GREGORIO D’IPPONA (VV), ATTENTATO FALLITO NELLA NOTTE DI SAN SILVESTRO

Redazione.

CATANZARO, SCOPERTO UN DEPOSITO DI MUNIZIONI E DROGA A VIALE ISONZO

Redazione.