Attualità

BONIFICA CROTONE, INTESA SULLA LEGALITÀ

Questa mattina, presieduto dal Prefetto di Crotone Cosima Di Stani, si è tenuto un incontro in Prefettura al quale hanno preso parte, oltre che l’Assessore regionale all’ambiente, Antonella Rizzo, l’amministratore delegato di Syndial (Eni) Vincenzo La Rocca, il Presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca, i Presidenti delle associazioni datoriali, Confindustria Crotone, Confapi Crotone ed Ance nonché i Segretari confederali provinciali di CGIL, CISL, UIL.  In applicazione dell’intesa di legalità recentemente sottoscritta, l’obiettivo è la messa a punto di un percorso tendente alla valorizzazione e massimizzazione degli interventi delle imprese locali alle attività di bonifica dell’ex area industriale. Un’occasione che ha permesso di avviare un proficuo confronto finalizzato all’individuazione di un metodo per accompagnare la crescita delle imprese calabresi, con particolare attenzione ai progetti di bonifica in corso di approvazione. In particolare, Syndial ed Unindustria Calabria si impegnano a programmare, a partire da luglio, delle specifiche sessioni, mettendo a disposizione i locali di Confindustria Crotone, per illustrare alle imprese le modalità di partecipazione alle gare ai fini di un’utile valutazione di quelle che si accreditano per la “qualifica Eni”, quale condizione di immissione nel circuito dei lavori. Fermo restando la verifica del possesso dei necessari requisiti, le aziende di interesse potranno intraprendere un percorso strutturato affinché anche le imprese di medie e piccole dimensioni possano qualificarsi, secondo specifiche modalità che saranno individuate nel pieno rispetto delle normative e procedure vigenti, con garanzia altresì di precisi standard in materia di sicurezza sui cantieri e cautele infortunistiche. Nella circostanza Unindustria Calabria e Syndial hanno auspicato che il metodo proposto possa trasformarsi in una concreta best pratice per lo sviluppo della rete imprenditoriale del territorio e costituire al contempo una prospettiva di crescita, favorendo una dimensione imprenditoriale competitiva e con la partecipazione attiva delle locali maestranze. La stessa Syndial ha, altresì, assicurato massima attenzione anche agli aspetti di sicurezza delle maestranze nei luoghi in cui si svolgono le attività di bonifica ed in tale direzione si è impegnata a sovraintendere alla formazione dei lavoratori nonché a sostenere ogni iniziativa necessaria ad innalzare le soglie di sicurezza, anche con la sottoscrizione di un apposito protocollo. Nel contempo il   Syndial ha evidenziato l’intendimento della società di coinvolgere direttamente i lavoratori del territorio crotonese nelle attività di bonifica. A conclusone dell’incontro tutte le parti presenti hanno espresso viva soddisfazione per il percorso intrapreso.

 

Related posts

GIOVANI IMPRENDITORI: “DA DE RAHO MESSAGGIO FORTE SVILUPPO E LAVORO UNICHE ARMI CONTRO LA ‘NDRANGHETA”

Redazione.

LAVORI PUBBLICI, BANDO DELLA REGIONE

Redazione.

MIRTO (CS), RIAPRE L’UFFICIO POSTALE AD UN MESE DALLA CHIUSURA

Redazione.

Lascia un commento