Attualità

Isola Capo Rizzuto: aperto il primo sportello provinciale dedicato ai disturbi specifici dell’apprendimento

Si è svolto nella giornata di ieri, in una sala gremita, il Convegno “D.S.A, Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Conoscerli per viverli”. L’evento, promosso e patrocinato dal Comune di Isola Capo Rizzuto, con l’impegno in modo particolare dell’Assessore con delega ai Servizi Sociali Francesco Pullano, in collaborazione con la sezione provinciale dell’Associazione Italiana Dislessia, ha visto l’apertura del primo sportello provinciale sul D.S.A. Lo sportello si trova all’interno della biblioteca comunale “Ceramidà” di Isola Capo Rizzuto, struttura messa a disposizione dall’amministrazione comunale, come era già stato annunciato lo scorso 5 Maggio in un protocollo d’intesa tra l’ente e l’Associazione Italiana Dislessia, presieduta da Fabrizio Marescalco. Lo stesso protocollo ha permesso diverse manifestazioni legate alla conoscenza del disturbo, attività d’informazione, sensibilizzazione e sostegno sulla tematica del DSA, ovverosia i Disturbi Specifici dell’Apprendimento, nonché di sostenerne l’attività di ricerca e di formazione, che sarà svolta all’interno dello stesso sportello. Il convegno tenutosi ieri è stato lungo e molto interessante, tanti i temi di cui si è discusso, soprattutto come capire quando un bambino è dislessico, l’importanza soprattutto di comprende che essere dislessici non è ne è un problema ne una malattia. Tanti grandi personaggi storici sono stati colpiti dal disturbo senza che esso ne abbia mutato il loro percorso, anzi, tante volte il dislessico mostra intelligenza superiore alla media. Il Convegno è stato moderato dal presidente provinciale AID, Fabrizio Marescalco, sono poi intervenuti il vice Sindaco del Comune di Isola Capo Rizzuto, Carmela Maiolo e l’Assessore dello stesso ente, Carmine Parisi; Suor Giulia Vittoria Andreolli, dirigente scolastico scuola paritaria “Maria Verna”; Dr. Giovanni Valenzisi, dirigente scolastico “Karol Wojtyla”; Dr. Francesco Talarico, dirigente scolastico “Gioacchino da Fiore”; D.ssa Maria Pia Scafuro, coordinatrice regionale AID; Dr. Salvatore Bagalà, Neuropsichiatra e direttore del dipartimento materno infantile presso l’Asp di Crotone; D.ssa Anna Lucia Perrupato, C.T.S provincia di Crotone; D.ssa Maria Assunta Martino, Psicologa Clinica Psicoterapeuta; D.ssa Patrizia Sbezzi e D.ssa Caterina Vallone, pedagogiste. Assente per motivi di salute il sindaco Gianluca Bruno. Interessante la testimonianza del vice sindaco Carmela Maiolo: “Ammetto che fino allo scorso anno conoscevo poco questo disturbo, poi per motivi istituzionali presi parte ad un convegno organizzato dall’A.I.D, così, ascoltando gli esperti, ho riscontrato in quei disturbi elencati, gli stessi che io riscontravo spesso su mio figlio. Grazie a quel convegno ho scoperto che mio figlio è dislessico. Non ne ho fatto un dramma ma l’ho subito aiutato, così spero che facciano le tante mamme della nostra provincia”. Alla fine dell’interessante convegno è stata inaugurata la sede con il classico taglio del nastro effettuato dal presidente provinciale A.I.D Fabrizio Marescalco, dall’assessore Carmine Parisi e dal Neuropsichiatra Salvatore Bagalà, all’interno un ricco buffet di benvenuto e, in conclusione, il ringraziamento del presidente all’ente comunale e ai professionisti che hanno fatto si che tutto questo si realizzasse.

Related posts

CROTONE, LA FIERA MARIANA SI FARÀ IN CITTÀ

Redazione.

RICOSTRUITO PONTE SU PROVINCIALE 93. AVEVA SUBITO DANNI DURANTE IL MALTEMPO DI OTTOBRE

Redazione.

SACAL, AGOSTO DA RECORD NEGLI SCALI CALABRESI

Redazione.