Buone Feste Esperia
Sport

L’EX TUTINO PUNISCE IL COSENZA. I CAMPANI VOLANO IN TESTA

Tutino punisce il “suo” Cosenza e lancia la Salernitana in testa alla classifica. Il Cosenza di Occhiuzzi gioca una buona gara, ma dopo essere passata in svantaggio non riesce a raddrizzare il match. I rossoblu continuano la loro astinenza casalinga, inanellando il secondo stop tra le mura amiche, dopo le ottime prestazioni a Frosinone in campionato ed a Parma in Coppa Italia. CRONACA – Occhiuzzi schiera i suoi con 3-4-1-2, confermando gli undici della vittoriosa trasferta di Frosinone, con un attacco formato da Baez e Caretta, con Bahlouli a sostegno: Castori risponde con 3-4-3 scegliendo in avanti il tridente formato Tutino, Anderson e Djuric. Al’ 7′ è il Cosenza farsi vivo dalle parti di Belec, sugli sviluppi di un corner, con Tiritiello che di testa sorvola la traversa. Al 13′ occasione per Tutino, che raccoglie una corta respinta della difesa rossoblu, con la sfera che sfiora il montante. Al 15′ è Sciaudone a provarci dal limite, ma la palla termina di poco alta. Due minuti più tardi ancora Cosenza pericoloso con Baez, ben servito da Vera, che tira debolmente. Al 19′ Bittante “serve” Anderson: l’ex laziale tenta il tiro, ma la palla viene deviata in angolo da Tiritiello. Poco prima della mezz’ora ripartenza veloce del Cosenza, con Baez che spara alto dal limite. La Salernitana va vicina al vantaggio al 36′ con Dziczek, ma Falcone respinge di piede. Sul capovolgimento di fronte è il Cosenza rendersi pericoloso. Cross calibrato di Caretta, irrompe in area Baez, che in semi-rovesciata sfiora la traversa della porta difesa da Belec. Nel finale nuovamente protagonista Falcone, bravo in due tempi su Anderson. Finisce così in parità un primo tempo divertente. Squadre che tornano in campo senza sostituzioni. Al 50′ la svolta del match. Tutino servito in profondità salta Falcone ed insacca (0-1). Lo scugnizzo napoletano non esulta e scoppia in lacrime, abbracciato dai compagni. Al 62′ arrivano le prime sostituzioni: nella Salernitana Schiavone prende il posto di Dziczek, tra i padroni di casa Corsi prende il posto di Vera. Valzer delle sostituzioni che prosegue al 73′ con Castori che richiama Anderson inserendo Capezzi. Occhiuzzi che risponde con triplo cambio: fuori Carretta sostituito da Sacko, Bruccini rilevato da Ba e Bittante viene sostituito da Petre. Un cambio mal gestito dalla terna arbitrale, con il Cosenza che gioca per 30″ in dodici. L’arbitro Dionisi se ne accorge, ferma il gioco ed ammonisce Ba per cambio irregolare. Il francese tre minuti più tardi commette fallo su Tutino, prende il secondo giallo e lascia i suoi in dieci. Cosenza in inferiorità numerica, che all’84’ ha comunque una nitida occasione per ritornare in parità. Palla recuperata a centrocampo e lancio per Bahlouli, che solo davanti a Belec tira incredibilmente alto. Bahlouli che subito dopo lascia il campo per l’ingresso di Kone. L’ultima emozione del match è di marca rossoblu, con il colpo di Petre, che sfiora il palo alla destra di Belec.

Related posts

GIRO D’ITALIA 2020, SI PARTE IL 3 OTTOBRE. DUE TAPPE IN CALABRIA

Redazione.

IHSAN SACKO E’ UN NUOVO CALCIATORE DEL COSENZA

Redazione.

MERCATO, IL COSENZA CEDE L’ATTACCANTE PEREZ AL PIACENZA

Redazione.