Cronaca

MALTEMPO, DANNI E DISAGI IN CALABRIA

Disagi e danni in Calabria per il maltempo delle ultime ore. I maggiori problemi sono stati creati dal vento molto forte che si è abbattuto in modo particolare sui versanti tirrenici della regione.  La motonave porta auto “Grande Mirafiori”, ormeggiata nel porto commerciale di Gioia Tauro, a causa dell’imperversare del maltempo e delle forti raffiche di vento che hanno raggiunto i 70 nodi, ha rotto gli ormeggi andando a finire nel bacino portuale.  Allo scopo di fronteggiare l’emergenza sono intervenuti, su disposizione della Capitaneria di porto di Gioia Tauro, tre rimorchiatori, due piloti e quattro ormeggiatori. Presente anche una motovedetta mobilitata per eventuali interventi di salvataggio in mare. Dopo alcune ore, nonostante le condizioni meteo-marine avverse e il fortunale che si è abbattuto sulla zona, la motonave è stata ormeggiata in sicurezza lungo la banchina di levante. L’intervento, coordinato dalla Capitaneria di Porto, ha evitato il verificarsi di danni a persone, cose e infrastrutture che avrebbero potuto essere di non lieve entità. A Vibo Valentia e in provincia, in particolare sulla fascia tirrenica, è il forte vento a destare le maggiori preoccupazioni assieme alle mareggiate con onde alte anche 5 metri. A Tropea scuole chiuse per l’allerta arancione e danni in piazza Vittorio Emanuele dove è presente un cantiere per lavori di riqualificazione. Tanti gli alberi caduti, i pali della luce divelti e insegne di negozi scaraventate a terra. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco tra la nottata e le prime ore di oggi. A Vibo città è stata disposta la chiusura di tutte le ville comunali e le aree giochi per evitare problemi alla incolumità delle persone. Attivato anche il Centro operativo comunale. Problemi sono stati segnalati per il tetto della scuola Garibaldi dove sono intervenuti tecnici comunali e vigili del fuoco. Dalle 22 di ieri sera sono stati oltre 45 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia per il maltempo. Il forte vento ha scoperchiato alcuni tetti in città, alla scuola elementare Garibaldi dove è stato divelto la copertura di un magazzino in lamiera coibentata del cortile, e a Pizzo. A Nicotera le raffiche hanno danneggiato il tetto della scuola media Garibaldi facendo saltare diversi metri di scossalina. Danni anche a Maierato, Soriano, Filandari, San Nicola, Gerocarne, Jonadi, Filadelfia e Rombiolo. Per fronteggiare le numerose richieste sono state richiamate due squadre di turno libero che si sono aggiunte al dispositivo ordinario di soccorso. In provincia di Catanzaro, a Lamezia Terme, una frana ha reso necessaria la chiusura della strada provinciale 105 in direzione delle Terme di Caronte per la caduta di una grossa radice che è stata poi tagliata e spostata per permettere il transito delle auto. Dal tardo pomeriggio di ieri e per tutta la notte, nella zona, hanno operato ininterrottamente quattro squadre dei vigili del fuoco e i volontari di Martirano Lombardo.

Related posts

CROTONE, GESTIVA ILLEGALMENTE I RIFIUTI DI UN ALLEVAMENTO. DENUNCIATO

Redazione.

COSENZA, PICCHIA E MINACCIA LA SORELLA. ALLONTANATO DA CASA

Redazione.

CORONAVIRUS, 1144 I POSITIVI IN CALABRIA (+1 RISPETTO A IERI)

Redazione.