Buone Feste Esperia
Cronaca

OMICIDIO BELSITO, PARLA IL PENTITO E SCATTANO GLI ARRESTI

Sette arresti sono stati disposti dalla Dda di Catanzaro per l’omicidio di Domenico Belsito, ucciso il 18 marzo del 2004 a Pizzo Calabro lungo la via Nazionale. Un delitto ricostruito dai Carabinieri grazie al contributo del collaboratore di giustizia, Andrea Mantella, che con tale omicidio si alleò definitivamente al clan Bonavota di Sant’Onofrio. Fu l’omicidio con il quale Andrea Mantella, allora capo emergente di una nuova realtà criminale che da Vibo Valentia sfidava lo storico potere dei Mancuso di Limbadi e Nicotera, strinse l’alleanza con il clan di Sant’Onofrio. L’omicidio di Domenico Belsito sarebbe stato preceduto da un accordo: uno scambio di uomini fra il gruppo guidato da Andrea Mantella e Francesco Scrugli (all’epoca staccatisi dal clan Lo Bianco di Vibo) e quello dei Bonavota di Sant’Onofrio. Le persone raggiunte dalla misura cautelare sono sei in quanto è latitante Pasquale Bonavota, 47 anni già colpito da altri gravi provvedimenti ristrettivi: Nicola Bonavota, 45 anni; Domenico Bonavota, 41 anni, fratello di Nicola; Onofrio Barbieri, 41 anni; Francesco Fortuna, 41 anni; Salvatore Mantella, 47 anni, (cugino del collaboratore Andrea Mantella).

Related posts

DISPERSI IN ASPROMONTE, 4 GIOVANI RITROVATI DAI SOCCORSI

Redazione.

TRIBUNALE DEL RIESAME, LUCANO: “A RIACE ANDREMO AVANTI DA SOLI”

Redazione.

TORTORA (CS), SEQUESTRATI PRODOTTI FITOSANITARI. SANZIONATO COMMERCIANTE

Redazione.