Salute

OSPEDALE DI CROTONE, SPOSTATO IL LABORATORIO ANALISI: LOCALI NON IDONEI

E’ un calvario per l’ospedale di Crotone. I locali del laboratorio d’analisi non sono idonei e non si può fare altro che spostarli in altra sede. Nemmeno un mese fa fu sospesa l’attività del reparto di medicina nucleare, anche in quel caso per l’inadeguatezza dei locali. Ha un bel da fare Maria Bernardi, il DG facente funzioni dell’azienda sanitaria pitagorica. In attesa che la matassa passi nelle mani di Gilberto Gentili, nominato commissario straordinario dal Consiglio dei ministri su proposta del Commissario Saverio Cotticelli e che nelle prossime settimane dovrebbe insediarsi. Da un lato ci sono i locali del laboratorio che necessitano di una completa ristrutturazione e messa a norma; dall’altro, la presenza di macchinari poco sicuri per la salute degli operatori, apparecchiature che devono essere dismesse. Sono i motivi per i quali Maria Bernardi ha disposto la chiusura dei locali e il trasferimento dell’unità operativa nel lato ovest, nei locali che sono attualmente occupati dal servizio immuno-trasfusionale. La vicenda del laboratorio analisi era iniziata a febbraio: alcuni operatori del reparto avevano presentato un esposto alla Procura della Repubblica per denunciare le condizioni in cui versa l’unità operativa. Per medicina nucleare, ancora oggi, mancano i cosiddetti spazi caldi dove deve sostare il paziente irradiato. Peraltro, le prestazioni sono notevolmente aumentate. Per la sicurezza degli operatori e dei pazienti è stato quindi necessario sospendere l’attività. Il DG fa sapere che sarà ripresa appena disponibili nuovi locali dotati di nuove attrezzature. Difficile che così proseguendo si possano migliorare i livelli essenziali di assistenza.

Related posts

COLDIRETTI, CONSORZI TUTELA DOP/IGP CALABRESI DICONO NO ALL’ACCORDO CETA CANADA-UE

Redazione.

RITORNANO BALNEABILI I TRATTI DI MARE DI “CAPO PICCOLO” E “VILLAGGIO SELENO”

Redazione.

Marrelli Hospital, installato il mammografo 3D

Redazione.

Lascia un commento