Attualità

PD, CINQUEMILA FIRME AL NAZARENO: VOGLIAMO LE PRIMARIE

Sono state consegnate ai componenti della segreteria nazionale del Pd Stefano Vaccari, responsabile dell’organizzazione, Marco Miccoli, della segreteria, e Nicola Oddati, responsabile Mezzogiorno, le cinquemila firme raccolte in Calabria dai circoli dem per chiedere la convocazione delle primarie per scegliere il candidato presidente alle prossime elezioni regionali. La delegazione, composta da 64 persone tra cui una decina di sindaci e segretari di circolo, durante l’incontro nella sede del partito, al largo del Nazareno, ha consegnato il documento approvato dall’Assemblea regionale dei circoli svoltasi il 27 settembre a Catanzaro. Nel documento si sottolinea, tra l’altro, la necessita’ di una valutazione “attenta e rigorosa” dell’esperienza del presidente uscente Mario Oliverio. “Abbiamo accolto con soddisfazione l’annuncio da parte del responsabile Mezzogiorno Oddati che, a breve, sara’ avviato un percorso di ascolto dei territori, in ogni federazione provinciale e che le decisioni non saranno prese fuori dalla Calabria”, ha detto Giuseppe Dell’Aquila, delegato dell’Assemblea dei segretari di circolo e amministratori del Pd, che con Barbara Panetta, segretaria di Circolo, ha incontrato i dirigenti dem. “Siamo qui – ha aggiunto – per ribadire con forza quanto affermato dal segretario nazionale Zingaretti: i territori devono essere protagonisti. Questo purtroppo in Calabria non sta accadendo. Ci impediscono ogni discussione sulle alleanze, sul candidato presidente e sul programma. Purtroppo il Pd della Calabria è commissariato e chi esprime il proprio dissenso ogni giorno subisce le minacce di espulsione dal partito. Il Pd e’ nato per essere plurale, aperto e democratico”. “Noi chiediamo solo – ha aggiunto Dell’Aquila – di poter dire la nostra, di attivare procedure democratiche e di avviare un confronto con la coalizione di centrosinistra con la quale abbiamo governato. Siamo venuti qui perche’ amiamo il nostro partito e vogliamo ristabilire un clima di reciproca collaborazione e fiducia con la Segreteria nazionale. Vogliamo contare come base e come territorio e non vogliamo che il Pd si trasformi in un partito senza democrazia interna”.

Related posts

PIANOPOLI, AUTO FINISCE IN UN CANNETO

Redazione.

SALDI, IN CALABRIA PARTENZA IL 6 LUGLIO

Redazione.

TRE NUOVI VULCANI NEL TIRRENO, DI FRONTE LA CALABRIA

Redazione.