Cronaca

PUGLIESE: MI DIMETTO, COSI’ POTRÒ DIFENDERMI MEGLIO

Arriva la revoca dell’obbligo di dimora, ma anche le dimissioni del sindaco Ugo Pugliese, coinvolto nell’inchesta sull’affidamento della gestione della piscina comunale. La notizia delle dimissioni del primo cittadino della Città di Pitagora arriva attraverso una nota del suo avvocato Francersco Laratta, a margine dell’interrogatorio al Palazzo di Giustizia con il Gip del Tribunale di Crotone Michele Ciociola. Il difensore del primo cittadino spiega come Pugliese, durante l’interrogatorio “ha espresso la sua volontà, indipendentemente dall’esito dell’interrogatorio di garanzia, di dimettersi dalla carica di primo cittadino, per poter essere libero di difendersi nel processo e poter dimostrare a tutti, in maniera inequivocabile, di essere estraneo a tutti i fatti contestati e di non essere assolutamente ‘ancorato’ ad alcun incarico o poltrona. Ha però chiesto al giudice di potersi dimettere da ‘Sindaco in carica’ e non già da ‘Sindaco sospeso’“. Secondo Laratta il Gip ha “preso atto dell’esaustivo contenuto del reso interrogatorio, nonché di questo fatto nuovo intervenuto, ha immediatamente raccolto il parere favorevole del pm alla revoca della misura imposta, ed in calce al verbale ha subito revocato la misura del divieto di dimora”. “L’ufficio Digos di Crotone – conclude l’avvocato crotonese – comunicherà alla competente prefettura di Crotone l’avvenuta revoca della misura, così da concedere al prefetto di attivare la procedura di reintegro nella carica previsto dall’art. 11 della legge ‘Severino’”.

LEGGI anche: INDAGINE PISCINA, REVOCATO IL DIVIETO DI DIMORA AL SINDACO PUGLIESE

Related posts

BANCAROTTA FRAUDOLENTA, ANNULLATO L’ARRESTO DI UN IMPRENDITORE

Redazione.

CASO FACCIOLLA, IL LEGALE: SORPRENDE CSM DOPO ARCHIVIAZIONE

Redazione.

LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA 13 SLOT MACHINE NEL COSENTINO. MULTE PER 140 MILA EURO

Redazione.