Salute

RADIOTERAPIA A CROTONE, ASSSA CHIEDE UN TAVOLO ALLA REGIONE

“Crea forte sgomento la notizia con cui annualmente si annuncia la fine del budget di assistenza per i pazienti oncologici del Marrelli Hospital di Crotone”. E’ quanto scrive in una nota il presidente dell’ASSSA Calabria Carmine Gallippi. “Le nostre dinamiche sanitarie possono essere riassunte attraverso il “Report Osservatorio GIMBE 6/2019”, dove la Calabria con un saldo negativo relativo a migrazione sanitaria paria a € 278.216.901 risulta penultima in Italia, terzultima per le prestazioni erogate a cittadini non residenti (indice di attrazione) e quinta per prestazioni erogate ai cittadini al di fuori della Regione di residenza “indice di fuga”. Il dato di maggiore rilievo è l’impatto economico pro-capite della mobilità sanitaria, la Calabria, penultima per saldo prima della Campania, precipita in ultima posizione con un saldo pro-capite negativo di € 144, circa 3 volte quello della Campania € 55. Inoltre, dal confronto regionale (I.S.T.A.T. C.R.E.A. Sanità), emerge che la Regione con la speranza di vita in buona salute più alta è la P.A. di Bolzano, con un valore pari a 69,3 (dato 2016) e superiore alla media nazionale di 10,5 anni. Il valore più basso dell’indicatore si registra in Calabria (51,7), inferiore alla media nazionale di -7,1 anni. Analoghe osservazioni valgono per le polimorbilità registra il tasso più alto è la Calabria (58,9%)”. “I dati enunciati non sono altro che la cartina tornasole di una gestione che poco ha fatto – ribadisce l’ASSSA per l’interesse dei cittadini e della sanità calabrese. Una gestione che si è preoccupata di effettuare tagli lineari senza alcuna analisi e che nulla ha a che vedere con l’interesse della salute dei nostri conterranei. Oggi, come già accaduto a Reggio Calabria, dove grazie al lavoro dell’On.Cannizzaro si è proceduto a risolvere il problema dell’Hospice, sarebbe utile e opportuno avviare un tavolo tecnico con la Regione Calabria per determinare una soluzione, possibilmente definitiva, alle necessità oncologiche dei calabresi, cercando una volta per tutte di favorire percorsi virtuosi per le aziende che investono e offrono servizi di qualità ed eccellenza nella nostra terra. A.S.S.S.A. Calabria (Associazione Strutture Sanitarie Sociali Assistenziali Calabria) chiede – si conclude la nota – al Presidente della Regione Calabria Santelli, di fare propria l’iniziativa e di sostenere apertamente ogni piano volto a portare a buon fine il percorso. Ciò che viene chiesto è nell’esclusivo interesse dei calabresi, che hanno diritto di curarsi ed essere assistiti nella propria terra e con al fianco i propri cari”.

Related posts

CORONAVIRUS, SOSPESE ATTIVITÀ AMBULATORIALI A CETRARO, PAOLA E SAN GIOVANNI IN FIORE

Redazione.

INFLUENZA, TROVATO IL TALLONE D’ACHILLE DEL VIRUS

Redazione.

CORONAVIRUS, ASSUNTA LA RICERCATRICE PRECARIA CHE HA ISOLATO IL VIRUS

Redazione.