Buone Feste Esperia
Cronaca

RINASCITA-SCOTT, PARTITO IL MAXI-PROCESSO A LAMEZIA

Inizia fra misure di sicurezza imponenti, a Lamezia Terme, nell’aula bunker della Corte d’Appello di Catanzaro, realizzata nell’area industriale della città, il maxi processo “Rinascita-Scott” contro i clan della ‘ndrangheta nel Vibonese. Trecentoventicinque gli imputati a cui si aggiungeranno altre 4 persone già a processo con il giudizio immediato. Fra loro l’avvocato ed ex parlamentare Giancarlo Pitteli, mentre per altri 91 imputati si aprirà il rito abbreviato il 27 gennaio prossimo. Il processo si svolge alla presenza di inviati della stampa nazionale ed estera. Allestita anche una postazione Covid con personale del 118. Ingressi contingentati e separati per magistrati, giornalisti, avvocati e imputati a piede libero. Due i perimetri di sicurezza previsti intorno all’edificio, uno al cancello d’ingresso e l’altro per accedere all’aula bunker. Fra i presenti, il presidente della commissione antimafia Nicola Morra. Cinque i testimoni di giustizia chiamati a deporre, 58 i pentiti appartenenti alla ‘ndrangheta ma anche alla malavita pugliese e a Cosa Nostra siciliana. Le parti offese individuate dalla Procura distrettuale sono 224, ma meno di 30 si sono costituite parti civili e fra loro figurano diversi Comuni del Vibonese. I capi di imputazione sono in totale 438. Circa 600 gli avvocati impegnati nel collegio di difesa degli imputati.

Related posts

CORONAVIRUS, MORTO UN DETENUTO A BOLOGNA. PRIMO CASO IN ITALIA

Redazione.

AUTOBOMBA A LIMBADI. CHIUSO IL CERCHIO SULL’OMICIDIO VINCI

Redazione.

ISOLA CAPO RIZZUTO, LITIGA CON IL NIPOTE E VA IN GIRO CON UNA PISTOLA. ARRESTATO DAI CARABINIERI

Redazione.