Politica

S.GIOVANNI IN FIORE, PARTITO L’EFFICIENTAMENTO IDRICO SULLA RETE COMUNALE

E’ stato aperto ieri il primo dei tre cantieri per lavori già appaltati di efficientamento idrico sulla rete comunale, su cui sono state investite risorse comunali pari a 60mila euro. “Con questo primo cantiere – afferma il vicesindaco ed assessore ai lavori pubblici, Luigi Scarcelli – si interverrà nella zona della scuola alberghiera, al fine di risolvere i problemi annosi di bassa pressione nella parte alta del rione Bacile. Successivamente saranno investiti altri 100mila euro per completare il riammodernamento della rete idrica cittadina che si consentirà di riqualificare definitivamente il servizio. Questo era l’impegno che personalmente avevo assunto quando mi sono insediato 5 anni fa e che è stato oggi mantenuto”.
“La problematica legata alla forte penuria idrica a San Giovanni in Fiore – prosegue Scarcelli – che nella stagione estiva raggiungeva l’apice delle criticità, era un assillo ciclico e costante fino a qualche anno fa. Se lo ricordano bene i sangiovannesi che non si spiegavano come mai una città montana come la nostra, circondata da corsi di acqua e torrenti rigogliosi, potesse far registrare quelle pesanti penurie di acqua. Oggi la situazione è completamente cambiata, tanto da risultare il nostro tra i pochissimi Comuni in Calabria a non rimanere più con i rubinetti a secco neanche nei mesi estivi, tranne per piccole problematiche dovute a rotture di tubature ormai obsolete che, appunto, stiamo per cambiare e risistemare. Tutto ciò è stato possibile grazie ad una pianificazione attenta e scrupolosa che abbiamo portato avanti negli anni puntando, innanzitutto, sulle sorgenti. Non solo nel 2018 abbiamo riattivato la sorgente di San Bernardino, quanto l’anno successivo abbiamo migliorato, incrementandola, la fruibilità della sorgente Tre Valloni, producendo un risparmio economico per la conseguente riduzione della fornitura di acqua da Sorical, che oggi stiamo investendo per riqualificare la rete idrica. Operando, dunque, con lungimiranza e serietà abbiamo dato anche in questo settore le risposte attese per anni dai nostri concittadini realizzando opere importantissime che, nel quadro di riefficientamento del servizio idrico hanno migliorato la qualità della vita attuando un cambiamento sostanziale”. “Ora – conclude il vicesindaco Scarcelli – ci rimane da continuare a combattere la battaglia contro il consumo abusivo non a fini domestici della risorsa idrica, in ciò coadiuvati dalle Forze del’Ordine. Nonostante, infatti, non abbiamo perdite sulle linee e i serbatoi sono pieni, alcune zone come l’ Olivaro Alto e Saltante soffrono la penuria di acqua, proprio perchè probabilmente la si utilizza in maniera non adeguata. Si ricorda, pertanto, che è in vigore l’ordinanza del Sindaco che impone l’utilizzo dell’acqua potabile ai soli fini domestici e che per far rispettare tale ordinanza le forze dell’ordine stanno effettuando controlli a tappeto per verificare, soprattutto nelle zone con molti spazi verdi, che non ci siano abusi o furti d’acqua altrimenti si procederà con le denunce di rito nei confronti dei contravventori. Tutti i cittadini sono invitati,pertanto, ad un uso responsabile della importante risorsa idrica”.

Related posts

REGIONALI, IL CODACONS CANDIDA DI LIETO ALLA PRESIDENZA

Redazione.

CONSULTA DEI CALABRESI ALL’ESTERO, ORLANDINO GRECO: “STIAMO PENSANDO AD UN GRANDE EVENTO SU SAN FRANCESCO DI PAOLA”

Redazione.

REGIONE, FISSATO PER IL 9 MARZO IL PRIMO CONSIGLIO

Redazione.