Cultura & Spettacolo

SANTA SEVERINA, ATTESA PER “LO FRATE NNAMORATO”

A Santa Severina, nella suggestiva atmosfera del Castello, domani 10 agosto alle ore 21 gli appassionati di lirica potranno godere di uno spettacolo originale e spiritoso “Lo Frate nnamorato” di Giovanni Battista Pergolesi, opera buffa del teatro barocco, rivisitata in una chiave moderna e del tutto inedita attraverso la sapiente rielaborazione drammaturgica di Simona Esposito. Il lavoro è il frutto di un riuscitissimo laboratorio lirico che si è tenuto nei giorni scorsi a Santa Severina, a cura di professionisti di comprovata esperienza, il soprano Teresa Cardace e l’attrice e regista Simona Esposito. Al corso hanno preso parte cantanti e comparse provenienti da varie parti d’Italia, approfondendo gli aspetti tecnici ed interpretativi dei rispettivi ruoli, supportati dai maestri Cardace ed Esposito, con la partecipazione pianistica del maestro Francesco Silvestri. L’organizzazione è a cura dell’Accademia Fernando Sor e la direzione artistica di Teresa Cardace. L’evento di Santa Severina è stato patrocinato dall’Amministrazione Comunale e dalla Cooperativa Aristippo Tour. Le repliche dello spettacolo avranno luogo, domenica 11 a Petilia Policastro e lunedì 12 a Torre Melissa. Perché un laboratorio teatrale incentrato su di un’opera barocca? “Per far sperimentare ai giovani artisti che studiano Canto Lirico al Conservatorio un genere che richiede un’estrema padronanza tecnica. Ma soprattutto perché i personaggi, pur così lontani nel tempo, che parlano un linguaggio antico, sono però straordinariamente attuali. ‘Lo frate ‘nnammorato’ che Giovanni Battista Pergolesi compose nel 1732, è stata trasportata dalla Capodimonte del XVIII Secolo all’atmosfera della Napoli coloratissima e festaiola del ‘Boss delle cerimonie’. Così tutta la vicenda, che ruota intorno a matrimoni combinati e alla rivalità di tre giovani donne per l’amore di un ragazzo, diventa attuale e può essere proposta anche a un pubblico che non frequenta abitualmente l’opera. Il nostro scopo è stato di divertirci imparando e creare uno spettacolo che possa divertire i nostri spettatori all’interno del magnifico castello di Santa Severina”.

Related posts

SPETTACOLI, ARISA IL 14 LUGLIO APRE IL FESTIVA D’AUTUNNO A CATANZARO

Redazione.

9° CONGRESSO DI STUDI GIOACHIMITI, DUE LE MOSTRE DEDICATE ALL’ABATE FLORENSE

Redazione.

MOSTRE, A CATANZARO “ESCHER, LA CALABRIA, IL MITO” FINO AL 20 GENNAIO

Redazione.