Cronaca

Slovacchia, il reporter ucciso indagava sulla ‘ndrangheta

Jan Kuciak, il giornalista investigativo trovato morto insieme alla compagna nella sua abitazione in Slovacchia, potrebbe essere stato ucciso per volere della ‘Ndrangheta calabrese. A scriverlo e’ Tom Nicholson, un collega di Jan che racconta delle inchieste su cui stava lavorando il reporter ventisettenne. Jan si stava occupando del trasferimento illegale di fondi strutturali europei a italiani residenti in Slovacchia, i cui legami con la ‘Ndrangheta sarebbero provati. Il giornalista slovacco stava collaborando con colleghi italiani, che potrebbero confermare le identita’ e i legami criminali degli italiani attivi in Slovacchia, in particolare nell’est della Slovacchia. La polizia ha aperto un’indagine per omicidio dopo il ritrovamento del cadavere di Kuciak e quello della fidanzata Martina Kusnirova nell’abitazione a Velka Maca, a 65 chilometri da Bratislava. Ad avvertire le forze dell’ordine erano stati i genitori del giovane perche’ non riuscivano a mettersi in contatto con la coppia. Gli investigatori ritengono che la morte sia avvenuta tra giovedi’ e domenica. Secondo quanto riferito dal comandante della polizia, Tibor Gaspar, Kuciak e’ morto per un colpo d’arma da fuoco al petto mentre alla sua fidanzata hanno sparato in testa.

Related posts

Droga, usura ed estorsioni: 60 misure cautelari in Calabria

Redazione.

ISOLA CAPO RIZZUTO, UN ARRESTO PER DETENZIONE ILLEGALE DI ARMI

Redazione.

Auto incendiata durante la notte nel Crotonese

Redazione.

Lascia un commento