Cronaca

TENDOPOLI DI SAN FERDINADO, TENSIONE E SASSAIOLA NELLA “ZONA ROSSA”

Tensione e sassaiola contro le forze dell’ordine. Inizia così la prima notte di “zona rossa” nella tendopoli di San Ferdinando nel reggino. Protagonisti una settantina di migranti, sui trecento ospitati nella struttura, a quali l’accesso libero è interdetto da oggi, ha iniziato a lanciare sassi all’ordine di non entrare e non uscire senza permessi dal campo. Un lancio fitto di sassi, durato una decina di minuti, dall’interno della tendopoli verso la zona di solito presidiata dalle forze dell’ordine. Il tutto mentre è stato staccato anche l’impianto dell’energia elettrica. Una rappresaglia che ha costretto le forze dell’ordine in tenuta antisommossa. Secondo una prima ricostruzione i migranti protagonisti degli incidenti non sarebbero rientrati tutti nelle tende, con alcuni di loro che sarebbero usciti dalla struttura aggirando la zona e dileguandosi nelle campagne circostanti. Si registrano due feriti tra le forze dell’ordine, per fortuna in maniera non grave.

Related posts

CORRUZIONE, ARCHIVIATA INCHIESTA SU FUNZIONARIA PREFETTURA E IMPRENDITORE

Redazione.

PREFERENZA DI GENERE, BLITZ CON LA VERNICE ROSSA A PALAZZO CAMPANELLA

Redazione.

VIBO VALENTIA, TROVATE IN POSSESSO DI STRUMENTI UTILI ALLO SCASSO. DENUNCIATE DUE DONNE STRANIERE

Redazione.