Attualità

Tramonti: sulle infrastrutture un passo indietro

“Le ultime vicende sui mancati investimenti in Calabria impongono una generale assunzione di responsabilita’ da parte di politica e istituzioni, a tutti i livelli, per evitare che la nostra regione si allontani ancor di piu’ dal resto del Paese”. Lo afferma il segretario generale della Cisl Calabria, Paolo Tramonti, per il quale bisogna intervenire con urgenza partendo da alcune questioni fondamentali per ridare speranza alla nostra terra: lavoro, infrastrutture e trasporti, difesa del suolo, ambiente, fondi comunitari, sistema socio-sanitario e contrasto alle vecchie e nuove poverta’. Sulle infrastrutture – sostiene – e’ inaccettabile quanto sta avvenendo in questi giorni per l’ingiustificato passo indietro effettuato dal Governo su opere gia’ finanziate, A3 e SS 106 in particolare, su cui il sindacato ha gia’ espresso il proprio dissenso con la grande manifestazione di Trebisacce dei giorni scorsi”. Per la Cisl “non basta
ammodernare ma occorre ripristinare i finanziamenti originari per quegli
interventi strutturali che lo stesso Governo ha finora ritenuto necessari.
Per la delicatezza delle questioni aperte va urgentemente rilanciato il
confronto con il Governo regionale, non solo per contrastare le penalizzanti politiche nazionali, ma anche per avviare programmi e progetti, partendo dal nuovo quadro comunitario 2014-2020, in grado di invertire l’attuale tendenza e rilanciare sul piano economico, produttivo ed occupazionale. In questo senso – dice – l’intesa raggiunta da sindacati e Confindustria puo’ rappresentare la base di partenza per un piu’ complessivo coinvolgimento di tutte le forze interessate al miglioramento delle condizioni economiche e sociali della nostra regione”.

Related posts

PARCHEGGI RISERVATI AI DISABILI: ORA BASTA!

Redazione.

‘NDRANGHETA: MORRA A REGGIO CALABRIA, “VICINI AI COMMERCIANTI”

Redazione.

TERREMOTO DI CATANIA, I VIGILI DEL FUOCO CALABRESI GIÀ IN SICILIA

Redazione.

Lascia un commento